In Sala Birolli la mostra "Fermo Ferrarese, traccia e colore nel segno del Novecento"

  • Dove
    Sala Birolli
    Via Macello, 17
  • Quando
    Dal 21/09/2018 al 30/09/2018
    Dal lunedì al venerdì dalle 16:00 alle 19:30. Il sabato e domenica dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:30
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni
    Sito web
    facebook.com

L’Associazione Culturale Quinta Parete con la Prima Circoscrizione di Verona organizza “Fermo Ferrarese, traccia e colore nel segno del Novecento”. La retrospettiva (Fermo Ferrarese 1911 – 1994), arricchita dalle fotografie di Mara Balabio e Lorenzo Salvucci, racconta la Verona di Fermo Ferrarese, artista che ha portato un significativo contributo alla scuola veronese del Novecento.

Nativo di Bovolone e formatosi all’Accademia Cignaroli di Verona, Ferrarese trova nell’essenzialità̀ pittorica il tratto più̀ significativo della sua arte. Il contesto nel quale si muove è quello del fervore culturale degli anni Trenta dove, nel veronese, si trova a solcare i primi passi di una scuola destinata a far parlare di sé attraverso nomi del calibro di Dall’Oca, Farina, Lebrecht, Pigato, Vitturi e Semeghini che, pur non veronese d’origine, assurge a pieno titolo ad ambasciatore di quest’area così ricca di spunti e stimoli. Nel segno dell’essenzialità̀ Ferrarese sembra aver chiara la cifra stilistica della sua arte sin dagli esordi, un percorso che lo avvicina alla ricerca di Filippo De Pisis ma che lo caratterizza per una ancor più̀ ricercata schematizzazione del segno.

“Pur non mancando tele dove il colore riempie l’intera superficie sembra che nell’opera di Ferrarese, dove il colore è steso per tratti, lasciando libero anche il supporto, l’artista voglia farci testimoni di una pittura dove, nella minutezza cromatica, sia l’osservatore a riempire quei vuoti a significare che l’arte è talmente forte che basta veramente poco per dare un segno, racconto di un paesaggio, di una natura morta o di un ritratto. E se il moderno potrebbe conferire un carattere vigoroso rispetto all’abitudine assorta degli anni precedenti, ecco che l’equilibrio delicato della luce, che in Ferrarese restituisce una luminosità̀ omogenea e diffusa, diventa espediente per dare alla sua arte un carattere universale, nel binomio inscindibile tra tradizione ricerca”, sottolinea il curatore Federico Martinelli

La mostra inaugurerà a Sala Birolli il 21 settembre 2018 alle ore 18:00 alla presenza dei rappresentanti della Circoscrizione, del curatore Federico Martinelli, dei fotografi e degli eredi dell’artista che hanno messo a disposizione il loro archivio pittorico.

La mostra, a ingresso gratuito, è aperta dal lunedì al venerdì dalle 16:00 alle 19:30. Il sabato e domenica dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:30.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Palazzo Maffei Casa Museo a Verona propone "La scienza nascosta nell'arte"

    • Gratis
    • dal 13 novembre 2020 al 15 giugno 2021
    • Online
  • "Contemporaneo non-stop. Il respiro della natura" alla Galleria d'Arte Moderna di Verona

    • Gratis
    • dal 15 dicembre 2020 al 30 settembre 2021
    • Online

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Villafranca Verona, parliamo di stomaco e di pelle, le barriere della prevenzione

    • solo oggi
    • Gratis
    • 21 gennaio 2021
    • Online
  • Palazzo Maffei Casa Museo a Verona propone "La scienza nascosta nell'arte"

    • Gratis
    • dal 13 novembre 2020 al 15 giugno 2021
    • Online
  • "Esperimenti online" per i bambini a Natale grazie al Children’s Museum

    • Gratis
    • dal 2 al 30 gennaio 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeronaSera è in caricamento