Il regista Alessandro Garilli presenta il documentario "Un tempo da neve"

Il Comitato della biblioteca di Valeggio sul Mincio, l'Assessorato alla cultura e il Gruppo Alpini di Valeggio s/M, in occasione delle commemorazioni dei caduti della campagna di Russia (1941-1943)  ospiteranno l’1 febbraio 2019 alle ore 20.45 presso la Baita Alpini di Via Baden Powell il regista Alessandro Garilli, che proietterà il suo documentario “Un tempo da neve” e presenterà il progetto per il suo primo lungometraggio "La Seconda Via". Si tratta del primo film in assoluto sul dramma di 100 mila ragazzi italiani mandati a morire in una delle campagne militari più assurde di sempre, durante il tentativo della Germania nazista e dell’Italia fascista di conquistare la Russia durante la Seconda Guerra Mondiale. Il futuro film ha ottenuto il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali culturali, quello del Ministero della difesa e quello dell'Associazione nazionale Alpini in quanto riconosciuto di rilevante interesse culturale. Nel frattempo il regista e la casa di produzione sono impegnati a cercare i finanziamenti necessari.

L’opera racconta il surreale cammino di sei alpini ed un mulo in una gelida notte durante la ritirata del Corpo d’Armata Alpino dal fronte russo. L’intento è quello di comunicare la sofferenza degli uomini nella guerra attraverso il tema della «perdita della concezione del tempo», fulcro drammatico di tutta la lavorazione. I fuggitivi nel deserto bianco della steppa d’inverno perderanno la concezione del tempo e cercheranno la sopravvivenza rigugiandosi in una dimensione onirica dove esiste una "seconda via" fatta di sogni, incubi e ricordi.

Alessandro Garilli ha vinto con il cortometraggio “Io sono Rosa Parks” il bando MigrArti 2018 del Mibact e il premio come “Miglior messaggio G2” quando l’opera è stata presentata alla 75^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Scritto e diretto da Alessandro Garilli, il corto è prodotto da Angelika Vision, in collaborazione con Arising Africans e #ItalianiSenzaCittadinanza.

«La ritirata di Russia – dice l’assessore alla cultura Leonardo Oliosi – rappresenta una delle pagine più drammatiche del nostro passato e allo stesso tempo più gloriose per quanto riguarda il valore e la dignità dell’esercito italiano, in modo particolare del corpo degli Alpini. È un onore per noi ospitare un’iniziativa di questo genere, soprattutto perché frutto della creatività del regista, nostro concittadino. Auspico un’attiva partecipazione da parte della nostra comunità valeggiana».

Durante la serata il Comitato della biblioteca proporrà letture tratte dai principali testi sull'argomento. L’ingresso è libero. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

I più visti

  • A Verona il meglio del modellismo con la fiera "Model Expo Italy"

    • dal 21 al 22 novembre 2020
    • Veronafiere
  • Oltre sessanta giorni di eventi a Verona per la prima edizione del "MuraFestival"

    • Gratis
    • dal 31 agosto al 31 ottobre 2020
    • Bastione di San Bernardino
  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Bardolino, castagne e Monte Veronese: i protagonisti dell'autunno sul Monte Baldo

    • dal 8 ottobre al 8 novembre 2020
    • Vedi programma completo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    VeronaSera è in caricamento