rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Eventi

Raf presenta i suoi "Numeri" al parco Castello di Zevio

Il cantante in concerto il 22 luglio per il Verona Folk Festival per presentare il nuovo album

E' un viaggio in avanti fatto di canzoni, quello di Raf. Canzoni che ogni volta trovano il modo di raccontare stati d'animo e pensieri così come scenari e orizzonti che si stagliano vicini o in lontananza. E' un viaggio guidato da un'inquietudine di fondo, dalla sensazione di non sentirsi mai davvero "comodo" in un solo posto e in un solo ruolo, soprattutto in quello di autore di canzoni di successo. E' quell'inquitudine che lo porta, nel suo desiderio di esprimere sempre molto con il meno possibile (i titoli dei suoi ultimi album sono tutti di una sola parola) a farsi fotografare calato in uno scenario/fondale notturno fatto di scritte in giapponese e peep shows che a tratti ricorda la Los Angeles asiatica profetizzata da "Blade Runner".
 
Il suo sguardo, distante e apparentemente spaesato da quanto lo circonda, cerca di fermare l'attimo e di raccontarlo. In una canzone. C'è grande confusione sotto il sole. Sono tempi contraddittori, pieni di prospettive allettanti e al tempo stesso avvitati su se stessi, chiusi in spirali perverse e in un imbarbarimento complessivo che non risparmia nessuno, a partire dai più deboli. I ritmi di vita si fanno sempre più frenetici, si corre per correre, si sceglie per scegliere, non ci si ferma però mai davvero a pensare, a riflettere, a decidere. Il rischio di essere diventati soltanto dei numeri, di vivere un'insensatezza di fondo che ci porterà stremati sulla linea di chissà quale traguardo, è dietro l'angolo, ed è nei confronti di questa folle corsa che Raf ha qualcosa da dire. "Numeri", title-track realizzata con la complicità di un maestro cerimoniere della parola come Frankie Hi NRG, e appoggiandosi alla vocalità fresca e carismatica di Nathalie, parla di questo, così come fanno altri brani importanti del nuovo album, come "Controsenso", "Nuovi mondi" e la conclusiva "Ogni piccola cosa".

Registrato tra i suoi studi casalinghi di Formello, appena fuori Roma, e il Mulino di Acquapendente, con uno staff ormai consolidato, l'album "Numeri"
lascia filtrare alcune novità tra le firme che hanno contribuito alle sue canzoni, nelle quali, accanto alla sua compagna Gabriella Labate (che ha scritto con Raf "Ogni piccola cosa"), spiccano quelle di Girolamo "Gimmi" Santucci, già dietro l'album "Quindi?" di Max Gazzé. Numeri è un disco con tante chiavi di lettura: semplice e complesso, leggero e intenso, solare e inquieto.

Il 22 luglio il cantante sarà in concerto al parco Castello di Zevio per il Verona Folk Festival. Il costo dei bglietti su Ticketone parte dai 25 euro e arriva a 34,5 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raf presenta i suoi "Numeri" al parco Castello di Zevio

VeronaSera è in caricamento