menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Prima edizione del Valpolicella Film Festival

Prima edizione del Valpolicella Film Festival

Prima edizione del Valpolicella Film Festival

La kermesse avr inizio il 2 novembre a San Pietro in Cariano

Ieri nella sala Rossa del palazzo Scaligero l'assessore provinciale alla Cultura e Identità Veneta Marco Ambrosini ha presentato la prima edizione di Valpolicella Film Festival in programma dal 2 al 7 novembre al Cine-Teatro della Valpolicella a San Pietro in Cariano.

Erano presenti i rappresentanti del gruppo Valpolicella Fiction, organizzatore del Festival, Massimiliano Zantedeschi, Philipp Rauch, Olga Manganotti, e Rossano Trentin, il consigliere provinciale di zona Zeno Pescarin e l'assessore alla Cultura di San Pietro in Cariano Cesare Zardini.
L'iniziativa prevede la proiezione di sceneggiature e cortometraggi inediti di giovani film-maker italiani e stranieri.

“Questo film festival si distingue dagli altri proposti in altre zone della nostra provincia per la libertà che viene data nella scelta dei temi dei cortometraggi. L'unico requisito richiesto ai lavori presentati è che siano inediti. Tra quelli arrivati, abbiamo scelto 17 cortometraggi e 8 sceneggiature, che propongono una varietà di temi sperimentali e legati a problematiche sociali –ha spiegato l’assessore Ambrosini- Il Valpolicella Film Festival si pone l'obiettivo di diffondere in Valpolicella il gusto per il cinema e promuovere in questo senso il territorio di riferimento. Il festival può contare anche su fondi regionali, dal momento che il gruppo Valpolicella Fiction, organizzatore dell'evento, si è aggiudicato il bando regionale “Giovani produttori di significati”. Dunque, quest'iniziativa nasce con i migliori auspici”.

“Il programma proposto è interessante e si pone l'obiettivo di coinvolgere più persone possibili tra coloro che si approcciano raramente al mondo del cinema –ha detto Massimiliano Zantedischi- La Valpolicella è una location ideale, in quanto è una terra con una specifica identità e un punto di incontro di persone e di idee. Ed il cinema è un modo di interpretare la realtà”.


Ha concluso Philipp Rauch: “Il progetto ha lo scopo di diffondere in Valpolicella la passione per il cinema. Con questo intento le serate in programma prevedono delle iniziative “corollario” alle proiezioni come momenti musicali e degustazioni del buon vino che una terra come la Valpolicella offre. Questo per ribadire il legame che il festival vuole avere con il territorio che lo ospita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento