I capolavori di Mozart rivivono nella stessa sala dove si esibì 250 anni fa a Verona

Domenica 2 febbraio alle 11 in Sala Maffeiana, Orchestra Machiavelli si esibirà assieme al soprano Eva Dworschak e al Maestro Concertatore Pietro Battistoni in un concerto dedicato al passaggio di Mozart a Verona, avvenuto 250 anni fa.

Nel 1770, il quattordicenne Mozart – durante il primo dei tre viaggi che lo portarono in Italia, meta di grande rilievo per tutti gli artisti del periodo – arrivò anche a Verona e si esibì nella Sala Maffeiana dell’Accademia Filarmonica di Verona. Orchestra Machiavelli, affiancata dal soprano viennese Eva Dworschak e dal Maestro concertatore Pietro Battistoni, esperto della prassi musicale dell’epoca, si esibirà nello stesso luogo in un concerto dal titolo “Mozart 1770 – 250 anni di Mozart a Verona” dedicato al grande compositore.

Il programma si compone dei capolavori scritti da Mozart nel 1770: Contraddanza in SIb KV 123, Cassazione in SIb KV99, Sinfonia in RE maggiore KV81 e infine il Recitativo e aria “Misero me! Misero pargoletto” dal Demofoonte di Metastasio, Sinfonia in RE maggiore KV84.

Il concerto “Mozart 1770” rientra nella stagione 19.20 organizzata dall’Orchestra Machiavelli e intitolata “Fame di Musica – I concerti in Sala Maffeiana”, patrocinata dall’Accademia Filarmonica di Verona.

Ad affiancare l’Orchestra Machiavelli il soprano viennese Eva Dworschak, laureata alla Music and Arts University di Vienna e attualmente allieva di Renate Holm, kammersängerin austriaca. Eva Dworschak si è esibita in diversi componimenti di Mozart, tra cui “Le nozze di Figaro” e “Il flauto magico”. È un’artista conosciuta a livello internazionale, esibitasi in tutta Europa.

Il Maestro Concertatore dell’evento sarà Pietro Battistoni, esperto nella prassi musicale dell’epoca, laureato a pieni voti in violino e violino barocco presso il Conservatorio “E.F. Dall’Abaco”, ha suonato con diverse orchestre e gruppi di musica da camera in Italia, Paesi Bassi, Germania, Francia, Austria, Cina e Stati Uniti.

Orchestra Machiavelli, formata da professionisti under 35, è la più giovane orchestra stabile di Verona ed ha all’attivo cinque anni di attività all’interno di prestigiosi teatri italiani – tra cui il Teatro Ristori e il Teatro Romano di Verona e il Teatro Zandonai di Rovereto - e diverse sale da concerto. La cifra stilistica di Orchestra Machiavelli è data dalla commistione tra stili differenti, dall’esecuzione di un repertorio classico caratterizzato da accenti di originalità. Con questa quinta stagione di musica Orchestra Machiavelli entra nel tempio della musica colta a Verona e – in occasione del passaggio di Mozart dalla città – si esibirà nella stessa sala da concerto in cui il genio ha avuto modo di esibirsi 250 anni fa.

Informazioni e contatti

Web: www.fucinaculturalemachiavelli.com - www.orchestramachiavelli.it

Instagram. @fucinaculturalemachiavelli | @orchestramachiavelli

Facebook. @FucinaMachiavelli | @orchestramachiavelli

YouTube. Fucina Culturale Machiavelli

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Fondazione Arena propone il "Nabucco" firmato da Arnaud Bernard

    • dal 14 aprile al 14 maggio 2021
    • Online

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • "Lavatoi, busi e...sparasine", escursione guidata tra gli angoli suggestivi di Avesa

    • solo domani
    • 18 aprile 2021
    • Appuntamento in Via Messer Ottonello, dietro la Chiesa di San Martino ad Avesa
  • Alla Galleria d'Arte Moderna la mostra dedicata a Ugo Zannoni a Verona

    • dal 2 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • A San Zeno c'è aria di primavera con l'edizione speciale di Verona Antiquaria

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
    • Piazza San Zeno
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeronaSera è in caricamento