Omaggio a Domenico Modugno per l'ultimo dei concerti brunch al Teatro Ristori

La rassegna dei Concerti Brunch domenicali del Teatro Ristori si conclude con l’omaggio ad uno dei grandi protagonisti della musica italiana, Mister Volare. Domenica 9 febbraio alle ore 11 Anna Maria Castelli, voce, Stefano Rapicavoli batteria con Adriàn Fioramonti chitarra e Thomas Sinigaglia fisarmonica, porteranno in scena Cosa sono le nuvole – Omaggio a Domenico Modugno proponendo brani celebri dell’autore come: Dio come ti amo, Vecchio frack, Tu sì na cosa grande, senza dimenticare la canzone che lo incoronò al Festival di Sanremo del 1958, la celeberrima Nel blu dipinto di blu.

L’Omaggio di Anna Maria Castelli e Stefano Rapicavoli prende il nome dal brano che unisce straordinariamente la coppia di autori Domenico Modugno e Pier Paolo Pasolini, Cosa sono le nuvole. Il brano è contenuto nel film "Capriccio all'italiana" del 1967, dove Pasolini firma uno degli episodi della pellicola con attori come Totò, Ninetto Davoli, Laura Betti, Franco Franchi, Ciccio Ingrassia e lo stesso Modugno.

Era l’anno 1998 quando Anna Maria Castelli e Stefano Rapicavoli incisero “Singing Modugno”, omaggio discografico a Domenico Modugno, uno dei padri della canzone italiana. Chissà cosa avrebbe pensato Mimmo ascoltando i suoi brani completamente rivisitati da musicisti dell’area jazz di allora con versatilità, ironia e, talvolta, un po’ di arroganza.

Oltre 5 anni di concerti in Italia e all’estero, compreso il prestigioso Montreux Jazz Festival, dimostrarono che la grandezza dei brani di Modugno andava ben aldilà degli arrangiamenti scelti e in ogni concerto la forza interpretativa di Anna Maria Castelli  riesce ad imporre con grande maestria ed eleganza la sua rivisitazione.

Oggi a distanza di vent’anni, con il compagno di viaggio di allora a cui si sono aggiunti due preziosi musicisti come Adriàn Fioramonti, talentuoso chitarrista argentino ed il virtuoso fisarmonicista Thomas Sinigaglia, nasce “Cosa sono le nuvole”, la nuova produzione discografica che in un clima decisamente nuovo affronta gli intramontabili Dio come ti amo, Vecchio frack, Tu sì na cosa grande, Meraviglioso senza dimenticare la ormai celeberrima “Nel blu dipinto di blu”o vere e proprie perle come Lu minaturi e Cosa sono le nuvole, nato dalla penna di Pier Paolo Pasolini, colonna sonora dell’ultimo film con Totò, Capriccio all’italiana.

Il risultato è una versione raffinata, essenziale, decisamente più acustica e mediterranea dove ogni protagonista del disco apporta il proprio patrimonio musicale e quello insito nel proprio strumento, dal tango alla canzone latino-americana, dalla canzone francese al “Teatro canzone”, dal jazz alle sonorità della tradizione popolare italiana.

Informazioni e contatti

I biglietti sono acquistabili sia online sia presso la biglietteria del Teatro Ristori.

Il brunch deve essere prenotato presso la biglietteria del Teatro entro 2 giorni prima del concerto e non è incluso nel prezzo del biglietto.

Web: https://www.teatroristori.org/biglietteria/#informazioni

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare la pagina dedicata alla Stagione Concertistica del Teatro Ristori: www.teatroristori.org/stagione/concerti-brunch-della-domenica.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Al Teatro Romano per il "Verona Jazz" il concerto imperdibile di Avishai Cohen

    • 25 giugno 2020
    • Teatro Romano
  • Stefano Bollani in concerto a Verona con "Piano Variations on Jesus Christ Superstar"

    • 20 giugno 2020
    • Teatro Romano
  • Tones and I in concerto al Teatro Romano per il Rumors Festival di Verona

    • 24 giugno 2020
    • Teatro Romano

I più visti

  • Giardino Giusti a Verona riapre ai visitatori con una bellissima novità davvero da non perdere

    • dal 9 al 31 maggio 2020
    • Giardino Giusti
  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • "Visti da vicino...visti sul web", sono i musei civici di Verona nei giorni del coronavirus

    • Gratis
    • dal 19 marzo al 31 maggio 2020
    • Online
  • Alla scoperta di Verona archeologica sui canali social

    • Gratis
    • dal 4 al 31 maggio 2020
    • Online
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento