Domenica, 17 Ottobre 2021
Eventi Piazza Brà

"I martedì al cinema" portano nelle sale veronesi quattro pellicole al prezzo di 3 euro

Prosegue la rassegna “La Regione Veneto per il cinema di qualità" in tre sale cinematografiche di Verona e provincia, dove 4 film verranno proiettati a costo ridotto

Martedì 12 maggio secondo appuntamento a Verona e provincia con la IX edizione de “La Regione Veneto per il cinema di qualità. I martedì al cinema”, rassegna organizzata dalla Regione del Veneto, in partnership con la Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) delle Tre Venezie, l’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie e con il sostegno di Alì Aliper.

Tutti i martedì del mese di maggio, la rassegna porterà, nelle sale cinematografiche aderenti alla Fice, opere cinematografiche d’autore che saranno fruibili al pubblico al costo ridotto di tre euro. Ogni settimana sarà possibile verificare quali opere sono in programmazione sul sito internet www.spettacoloveneto.it.

Il Cinema Teatro Alcione a Verona propone, alle 15.30, 17.45 e 20.30, “Timbuktu” (Francia, Mauritania 2014, 97’) del regista Abderrahmane Sissako, Premio César 2015 come miglior film. Non lontano da Timbuktu, occupata dai fondamentalisti religiosi, in una tenda tra le dune sabbiose vive Kidane, in pace con la moglie Satima, la figlia Toya e il dodicenne Issan, il giovanissimo guardiano della loro mandria di buoi. In paese le persone soffrono sottomesse al regime di terrore imposto dai jihadisti determinati a controllare le loro vite. Musica, risate, sigarette e addirittura il calcio, sono stati vietati. Le donne sono state obbligate a mettere il velo ma conservano la propria dignità. Ogni giorno una nuova corte improvvisata emette tragiche e assurde sentenze. Kidane e la sua famiglia riescono inizialmente a sottrarsi al caos che incombe su Timbuktu. Ma il loro destino muta improvvisamente quando Kidane uccide accidentalmente Amadou, il pastore che aveva massacrato Gps, il bue della mandria a cui erano più affezionati. Kidane sa che dovrà affrontare la corte e la nuova legge che hanno portato gli invasori.

Doppia proiezione al Multisala Rivoli dove, alle 16.45, 20.15 e 22.30, si potrà assistere a “The Gunman” (Azione, USA, Francia, Spagna 2015, 115’), film di Pierre Morel con Sean Penn e Jasmine Trinca. Jim Terrier ha un passato discutibile: forte di un addestramento speciale, ha operato in diverse zone pericolose come Agente Speciale Internazionale. Ma ora sta cercando di riscattarsi. È profondamente innamorato di Annie e con lei è intenzionato a cambiare vita in un villaggio africano del Congo, sede di una ONG che si occupa di fornire acqua potabile agli abitanti. Ma per quanto si sforzi di cancellarlo, il passato lo ossessiona. Sopravvissuto all’attentato di tre sicari è costretto a tornare in azione. Alle 22.30 inizia, invece, la proiezione di “Child 44 - Il bambino n. 44” (Drammatico, USA 2014, 137’) di Daniel Espinosa, trasposizione del romanzo omonimo di Tom Rob Smith, primo libro di una trilogia, ispirato ai delitti del Mostro di Rostov, un serial killer russo che uccise 53 donne e bambini tra il 1978 e il 1990. Un poliziotto sta indagando su una misteriosa serie di omicidi. Quando i suoi superiori gli ordinano di interrompere le indagini, inizia a sospettare che qualcuno di molto importante possa essere implicato.

In provincia, il Cineteatro Peroni di San Martino Buon Albergo, punta, alle 17.00 e 21.00, su “Selma - La Strada per la Libertà” (Biografico, Gran Bretagna 2014, 127 min) di Ava DuVernay, che ha visto John Stephens e Lonnie Lynn premiati agli Oscar 2015 per la migliore canzone. Ambientato negli Stati Uniti nel 1965, durante la presidenza di Johnson, il film è la storia della marcia della comunità nera della città di Selma per protestare contro gli abusi subiti dai cittadini afroamericani. Portando per la prima volta sul grande schermo la vita di Martin Luther King, l’opera racconta la sequenza di una serie di dettagli storici sbalorditivi, sia piccoli che grandi e che includono anche l’intensa e antagonistica relazione tra il Dr. King e il Presidente Lyndon Johnson, il preoccupante coinvolgimento dell’FBI e l’indistruttibile spirito di donne e uomini comuni che si sono uniti e sacrificati per i diritti di voto.

Il costo del biglietto è di 3 euro. Nel caso di Multisala verificare preventivamente quali proiezioni sono a 3 euro. La prenotazione dei posti è facoltà riservata alla gestione della sala.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I martedì al cinema" portano nelle sale veronesi quattro pellicole al prezzo di 3 euro

VeronaSera è in caricamento