rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Eventi

"Le Quattro Stagioni" arrivano al teatro Camploy

Un sapiente mix di elementi classici e contemporanei all'insegna del mistero

Giovedì 14 aprile alle ore 20.45 al teatro Camploy, per la rassegna "L'Altro Teatro", sezione danza, la Spellbound Dance Company fondata da Mauro Astolfi si cimenta ne "Le Quattro Stagioni" di Vivaldi.

Anche in questa ultima produzione, il direttore-coreografo Astolfi coniuga con maestria danza contemporanea, hip hop, modern jazz, atletica e neoclassico. Le sue Quattro Stagioni abitano fuori e dentro un piccolo spazio, un luogo che di volta in volta innalza, trascina, soffoca, ripara, unisce, protegge. Uno spazio che si trasforma poi in un posto misterioso da cui osservare le stagioni che mutano e, ancora, in un luogo da cui partecipare in prima persona al ciclo della natura che si rinnova.

Attingendo comunque alla simbologia atmosferica dalla quale non si può prescindere, Astolfi focalizza l’interesse della coreografia attorno ad un unico elemento scenico: un grande cubo mobile che, come un asse di rotazione, rovesciato di volta in volta nei suoi lati, si rivelerà una casa stilizzata.


Ad occuparsi delle musiche originali sarà Luca Salvadori. Facile cedere alla suggestione di una musica tanto celebre quanto armoniosa e ammaliante: provvidenziale risulterà allora l'apporto del compositore Salvadori, che interviene a fare da contrappunto con una partitura da lui creata per l'occasione. Le sue musiche non spezzano la naturale armonia dell'insieme, ma si uniscono ad essa con cinguettii, scrosci di pioggia ed altri fenomeni naturali, sapinetemente intramezzati da rumori e suoni elettronici che contribuiscono ad evocare atmosfere e stati d'animo del tutto originali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le Quattro Stagioni" arrivano al teatro Camploy

VeronaSera è in caricamento