menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cultura giapponese prende vita al teatro Filarmonico

La cultura giapponese prende vita al teatro Filarmonico

La cultura giapponese prende vita al teatro Filarmonico

Lo spettacolo Iris di Pietro Mascagni torna in scena a Verona dopo oltre un secolo

Venerdì prima dell’opera “Iris” di Pietro Mascagni al teatro Filarmonico. Grande spettacolo con la regia di Federico Tiezzi e la direzione dell’orchestra areniana di Gianluca Martinenghi. Iris torna al Teatro Filarmonico dopo oltre un secolo: l’opera infatti è stata rappresentata, con grande successo, al Filarmonico di Verona solo nel 1908 in occasione della fiera di marzo, con la direzione d’orchestra dello stesso Mascagni.

Dal 16 al 25 marzo 2012 sale sul podio dell’orchestra areniana il maestro Gianluca Martinenghi, direttore del Coro Armando Tasso, per il terzo titolo d’opera della Stagione Lirica 2011-2012 della “Fondazione Arena di Verona”. La regia di Federico Tiezzi e le scene di Pier Paolo Bisleri trasportano in un Giappone onirico da fumetto manga: una rilettura contemporanea che va all’essenza dell’opera di Mascagni. Nel 1896 il compositore si fa infatti sedurre dalla proposta di un’opera ‘giapponese’ da Luigi Illica, autore del libretto di Iris. Sul finire dell’ottocento l’estremo oriente sostituisce le turcherie care al settecento e all’età rossiniana, entrando con suppellettili orientali nei salotti borghesi ed ispirando i pittori dell’art nouveau e della secessione viennese.

Mascagni accoglie quindi il progetto in sintonia con l’entusiasmo del suo tempo; tuttavia del paese del sol levante rimane ben poco nella partitura. Il Giappone raffigurato in Iris è una terra di fantasia, di sogno, ben diversa da quella autentica della Butterfly pucciniana. Il regista per la sua messa in scena lavora sull’astrazione e sull’intimità della rappresentazione: a metà tra realtà e sogno la sua Iris vive in uno stato di allucinazione in cui la vita reale non ha posto. E tutto ciò si riflette nel minimalismo simbolista della scenografia di Bisleri, al suo debutto al Filarmonico.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento