La “densità” della democrazia: appuntamento a Verona con Mons. Mario Toso

L’entropia della democrazia partecipativa appare evidente. La sua funzionalità a soddisfazione delle varie esigenze sociali, la sua capacità di efficienza è messa in questione. La presenza di una crescente apatia e di una silenziosa disaffezione per la politica conduce all'indifferenza e ad un disarmo di impegno militante nei partiti. L’’indebolirsi del potere decisionale del cittadino si accompagna, ed è anzi speculare, all’indebolirsi delle sue facoltà critiche e propositive nell’ambito dell’arena politica.

La società è consegnata a un processo di radicale individualizzazione, venendo interpretata come il prodotto non di un’impresa collettiva ma di un compito totalmente privato. Il discredito e lo scetticismo nella soluzione politica dei problemi, l’avvertenza addirittura che la politica è essa stessa un problema anziché una soluzione, l’autoreferenzialità di un  ceto politico-amministrativo corrotto e da prima repubblica, la chiusura su se stessi di quelli che una volta erano i canali normali della democrazia – i partiti -, giustamente posta sotto accusa, sono concause della sfiducia nella politica e nel ceto che la impersona.

Siamo in presenza di una “Politica video-plasmata” dove il popolo sovrano ragiona soprattutto in funzione di come la televisione lo induce a ragionare, dove l’informazione condiziona pesantemente il processo elettorale, sia nella scelta dei candidati, sia nel loro modo di combattere la contesa elettorale, sia, infine, nel far vincere chi vince. I governi nazionali, in perenne ricerca di idee, hanno deciso di favorire l'interazione informatica tra cittadini ed amministrazione ma questa “cittadinanza politica digitale” segna una contrazione del concetto stesso di democrazia.

La democrazia è un concetto “denso” e non “liquido” come qualcuno vorrebbe affermare e la crisi che attraverso la politica sta riaccendendo nel mondo cattolico il desiderio di esserci incamminandosi secondo i principi della Chiesa. Su questi temi verterà la Conversazione su “La “densità” della democrazia”  con S.E. Mons. Mario Toso, Vescovo di Faenza-Modigliana ed il Prof. Avv. Giuseppe Comotto, organizzata dall'Unione ex Alunni del Don Bosco e dall'Unione Giuristi Cattolici di Verona.

L'appuntamento, previsto per venerdì 3 marzo 2017 alle ore 20.30 presso l'Istituto Don Bosco di stradone A. Provolo, 16 (parcheggio interno), sarà moderato da Daniele Cunego.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • A Verona il ciclo d'incontri "Storia dell'Arte Contemporanea dagli anni Sessanta a oggi"

    • dal 31 marzo al 19 maggio 2021
    • Online
  • Il programma completo degli eventi promossi dall'università dal 12 al 16 aprile 2021

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 12 al 16 aprile 2021
    • Online
  • Università di Verona: "Its dark materials", incontri/confronti sull’arte contemporanea

    • Gratis
    • dal 15 aprile al 27 maggio 2021
    • Online

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Alla Galleria d'Arte Moderna la mostra dedicata a Ugo Zannoni a Verona

    • dal 2 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • "Lavatoi, busi e...sparasine", escursione guidata tra gli angoli suggestivi di Avesa

    • 18 aprile 2021
    • Appuntamento in Via Messer Ottonello, dietro la Chiesa di San Martino ad Avesa
  • Palazzo Maffei Casa Museo a Verona propone "La scienza nascosta nell'arte"

    • Gratis
    • dal 13 novembre 2020 al 15 giugno 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeronaSera è in caricamento