rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Eventi

Iniziativa di sensibilizzazione all'ospedale

Il progetto sar presentato sabato 6 febbraio a Borgo Trento

“Rianimazione Aperta” è il nome del progetto intrapreso dal Reparto di Terapia Intensiva Neurochirurgica, diretto dal dottor Francesco Procaccio, e dal Sevizio di Psicologia Clinica diretto dal dottor Gaetano Trabucco, con la finalità di permettere una costante vicinanza dei familiari ai pazienti anche in reparti “protetti” come le rianimazioni, abbattendo le barriere cliniche, organizzative, psicologiche, etiche ed emotive.

Sabato 6 febbraio al Centro Marani di Borgo Trento, presenti rappresentanti dei cittadini, dei familiari e delle Istituzioni, oltre ad esperti italiani di rianimazione, si terrà il convegno di presentazione del progetto di “Rianimazione aperta” che sarà poi seguito nell’anno dai seminari di formazione del Personale.

Ascoltare per prima cosa le esigenze dei familiari e degli operatori per ottenere una migliore alleanza terapeutica che modifichi in senso positivo l’approccio terapeutico, in particolare nei reparti di rianimazione tradizionalmente “chiusi” alla presenza dei familiari. Non si tratta solo di permettere una maggiore presenza oraria e fisica all’interno del reparto ma soprattutto di sviluppare un nuovo rapporto di condivisione, informazione e consapevolezza reciproca di medici, infermieri e familiari che tenga conto non solo della cura del paziente ma anche delle esigenze della persona e della sua famiglia.



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniziativa di sensibilizzazione all'ospedale

VeronaSera è in caricamento