Eventi Stadio / Via Filippo Brunelleschi

All'incontro "Allarme Gender? Tra fantasmi e realtà", la parola passa agli esperti

Su iniziativa del Pd e del Movimento 5 Stelle scaligero, il 24 giugno alle 20.30, nella sala civica del quartiere Stadio, in via Brunelleschi, si terrà l'appuntamento per discutere sul tema

Le questioni etiche sono state spesso al centro delle discussioni tra i politici veronesi nell'ultimo periodo, con alcune fratture nate addirittura in seno allo stesso centrodestra sulla vicenda del registro delle coppie di fatto e con il Pride del 6 giugno che ha definitivamente acceso le polveri. Il 20 giugno invece a Roma si è tenuto il corteo "Stop gender nelle scuole", in difesa della cosiddetta famiglia naturale, al quale hanno aderito esponenti tosiani, leghisti e della Lista Zaia, partiti dalla provincia scaligera alla volta della capitale. 
In questo contesto nasce l'iniziativa di Pd e Movimento 5 Stelle, che organizzano un incontro pubblico nella sala civica del quartiere Stadio, in via Brunelleschi, per il 24 giugno alle 20.30, dal titolo "Allarme Gender? Tra fantasmi e realtà". 
"Sui social media e non solo circola da tempo la peggiore disinformazione circa la diffusione di una presunta teoria gender che, a partire dalle linee guida dell'Oms sull'educazione sessuale, verrebbe instillata nelle scuole attraverso programmi e progetti educativi al solo scopo di confondere i ruoli sessuali nei bambini e negli adolescenti", affermano sulle colonne de L'Arena, il consigliere comunale del Pd Elisa La Paglia, Valeria Pernice, e il consigliere del Movimento 5 Stelle Gianni Benciolini, il quale mette il punto esclamativo sull'attività di informazione di Barbara Setti, consigliere M5S a Bussolengo, che tenta di "ristabilire la verità e avere spunti per una riflessione più obiettiva possibile".
I quattro, sempre su L'Arena, hanno commentato le tesi che vengono fatte circolare a conferenze, scuole, parrocchie del territorio scaligero: "È aberrante e volutamente o inconsciamente confonde la doverosa azione educativa contro la violenza e gli stereotipi di genere con un disegno sinistro e occulto rivolto a minare le basi biologiche della società. Ecco perché vogliamo dare la parola a esperti, affinché ci spieghino". In qualità di relatori quindi saranno presenti all'incontro: Luigina Zappon, psicologa e psicoterapeuta; Massimo Prearo, sociologo; Laura Sebastio, filosofa del linguaggio; Antonella Elena Rossi, psicopedagogista; Cristina Simonelli, teologa, e Antonella Mascia, avvocato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'incontro "Allarme Gender? Tra fantasmi e realtà", la parola passa agli esperti

VeronaSera è in caricamento