Venerdì, 15 Ottobre 2021
Eventi Centro storico / Piazza Brà

In City Golf, lo spettacolo è servito. Verona incantata dai "colpi" dei campioni

Lo show ideato da Kurt Anrather sabato ha trasformato la città di Romeo e Giulietta in un gigantesco tappeto verde, un campo artificiale a 18 buche sul quale si sono misurati 72 giocatori suddivisi in 18 flights (squadre), con un vincitore per buca

Spettacolo doveva essere e spettacolo è stato. Per il terzo anno consecutivo il cuore di Verona ha pulsato al ritmo di In City Golf, lo show ideato da Kurt Anrather che ieri ha trasformato la città di Romeo e Giulietta in un gigantesco tappeto verde, un campo artificiale a 18 buche sul quale si sono misurati 72 giocatori suddivisi in 18 flights (squadre), con un vincitore per buca.

Tra i clic dei turisti, la curiosità dei cittadini e gli applausi dei giovani, In City Golf ha regalato emozioni, adrenalina e tanto suspense, lungo un percorso che si è snodato nel centro storico, tra un arcovolo dell’Arena e Piazza Brà, via Mazzini e Piazza delle Erbe, ed ancora il Ristorante 12 Apostoli e il Museo di Castelvecchio. ‘Skill’ inediti, a volte spericolati, sempre originali, che hanno impegnato i golfisti con colpi di tecnica, abilità e fortuna.

A sperimentare il fascino cittadino del golf anche alcuni campioni dello sport, diventati appassionati di golf dopo i successi conseguiti in altre discipline. Come l’ex tennista svizzera Emmanuelle Gagliardi (ex 42 al Mondo WTA, ottavi a Parigi nel 2005 e già nel team elvetico di Fed Cup), accompagnata dal marito, Conte Giuseppe Sigurtà, o come l’ex calciatore di Fiorentina e Verona Luigi ‘Gigi‘ Sacchetti.

“In City Golf è un evento stupendo – ha affermato Emmanuelle Gagliardi – che ti permette di avere una città intera a disposizione per un giorno. Mi sono avvicinata al golf dopo aver concluso la mia carriera tennistica, ho preso l‘handicap, ed adesso gioco spesso con il mio compagno“.
“Questa è una manifestazione piacevolissima e molto divertente che ti fa vivere Verona come nessun cittadino è abituato a viverla – ha aggiunto ‘Gigi’ Sacchetti – Mi piace adesso confrontarmi con il golf, uno sport dove sei solo contro tutti, e devi sempre mantenere calma e concentrazione, mentre nel calcio l’ingrediente fondamentale per emergere è l’adrenalina”. Tra i 72 concorrenti di In City Golf Verona 2015 anche ‘Pepi’ Ploner, ex fondista e allenatore di sci nordico.

Il legame tra Verona e In City Golf sembra destinato a consolidarsi nel tempo. “Sono rimasto sorpreso dalla gentilezza dei cittadini e dalla solarità di questa città – dice Kurt Anrather, organizzatore di In City Golf – Abbiamo portato un grande evento e ricevuto dalla città il massimo che si può pretendere in termini di attenzioni, sorrisi e passione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In City Golf, lo spettacolo è servito. Verona incantata dai "colpi" dei campioni

VeronaSera è in caricamento