menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Maestro torna a dirigere all'Arena

Il Maestro torna a dirigere all'Arena

Il Maestro torna a dirigere all'Arena

Tutta la stagione lirica estiva dedicata agli adattamenti del regista fiorentino

L'estate porta ancora il Maestro a dirigere al più celebre anfiteatro italiano dedicato alla lirica. Franco Zeffirelli e l’Arena, questo è il sottotitolo della stagione, interamente dedicata al regista fiorentino, che firmerà tutti i titoli in cartellone dal 18 giugno al 28 agosto: dalla "Turandot" di Giacomo Puccini, all' "Aida" di Giuseppe Verdi, poi "Madama Butterfly" di Giacomo Puccini, la Carmen di Georges Bizet, e ancora "Il Trovatore" di Giuseppe Verdi.

Nuovo sarà l’allestimento di "Turandot", ideato appositamente per quest’edizione del festival, mentre per gli altri quattro appuntamenti (Aida, Madama Butterfly, Carmen, Il Trovatore) si tratta di riprese di famose produzioni, che in passato hanno portato record d’incassi per il palcoscenico operistico più grande al mondo. “Fu, forse, la più grandiosa Aida mai vista sul pianeta- esordisce Zeffirelli sulla sua prima direzione dell'Aida, allestita nel 2002- ma al tempo stesso molto diversa da tutto quello che avevo mai fatto fino ad allora. L’intero allestimento era una sorta di grandiosa macchina delle sorprese, realizzata interamente in metallo dorato, su cui le luci rimbalzavano in modo sempre sorprendente. Il pubblico ne fu sbalordito. Dopotutto ‘lo scopo del poeta è stimolare la fantasia, e suscitare meraviglia, sorpresa e sogni’.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento