rotate-mobile
Eventi

Horselyric, l'equitazione reinterpreta il cinema

Lo spettacolo di Fieracavalli una delle massime espressioni di arte equestre

Pensare a Fieracavalli senza Horselyric ormai è impossibile. Si tratta di un avvenimento che, nato e cresciuto con Fieracavalli, in soli 3 anni è entrato nel cuore degli appassionati del mondo equestre e facendo così raccogliere numerosi successi agli interpreti. Gli artisti hanno collezionato prestigiosi premi ai maggiori festival europei, raggiungendo, lo scorso anno, risultati record per numero di presenze.

Quest’anno Horselyric sperimenta nuovi linguaggi strizzando l’occhio al mondo del cinema. Per tre serate, il 5, 6 e 7 novembre, le colonne sonore di film memorabili saranno l’ispirazione per le esibizioni di artisti internazionali, diretti dal regista Antonio Giarola, in un omaggio alle pellicole più famose ed amate del grande schermo e ai suoi compositori, da Ennio Morricone ad Antonio Vivaldi, da Hans Zimmer a Andrew Lloyd Webber. In questa rilettura di immagini e suoni Horselyric ci condurrà attraverso le esibizioni dei più importanti artisti del panorama equestre mondiale, i quali sono chiamati a reinterpretare musiche dal forte carattere descrittivo con la forza, la maestosità e la passione che solo il binomio uomo-cavallo sa trasmettere.

L’ouverture è affidata ai più piccoli protagonisti del Gala di Fieracavalli, i bambini, che accompagneranno in scena uno stallone arabo, campione di endurance. Si entrerà nel vivo dell’iniziativa con le musiche di Shigeru Umebayashi, dove il mondo dei grandi imperatori cinesi della Foresta dei pugnali volanti viene raccontato dalla suite orientale di Cavallo & Company, Arts Studio e Atmo attraverso un viaggio onirico tra fantasia e realtà.

Con i Movieriders si introdurrà il fascino del fuoco e della luce, validi compagni delle note di Alan Silvestri per Forrest Gump. Un carosello di cavalli minorchini guidati da Francisco Marques Taltavull reinterpreterà le note scritte da Trevor Jones per il memorabile Ultimo dei Mohicani; l’acrobata Joel Chacon e i Los Arenos renderanno omaggio allo strampalato testo di Tempi Moderni di Chaplin.

Un viaggio nell’antico mondo dei centurioni sarà invece quello del gruppo di artisti ucraini, francesi e italiani Roman Riding, i quali interpreteranno con i loro spettacoli le musiche di Ben-Hur e del Gladiatore. La freschezza delle note di Vivaldi accompagnerà l’incontro tra il cavallo di Bartolo Messina e il violino di Saule Kilaite. La performance di dressage, che è valsa il record mondiale a Gregory Ancelotti, si sposerà perfettamente con la colonna sonora del pluripremiato The Millionaire.

Le arie di Piazzolla, Andrew Lloyd Webber e Carlos Gardel sfumeranno in una cornice perfetta in “Damas, Caballeros y Tangos”. La spettacolare coreografia dei cavalli in libertà di Jean Francois Pignon, per la prima volta a Horselyric, si snoderà sulle note di Ennio Morricone. Il finale è affidato ai Movieriders2, con un crescendo pirotecnico che celebrerà le musiche e le immagini di pellicole culto come Blade Runner e blockbuster come Batman.

Il gala internazionale di Fieracavalli rappresenta dunque una delle massime espressioni di arte equestre, un mondo ricco di fascino capace di trasmettere forti emozioni e spettacolarità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Horselyric, l'equitazione reinterpreta il cinema

VeronaSera è in caricamento