Giornata Nazionale della Famiglie al Museo: le iniziative all'Ossario di Custoza

Domenica 13 ottobre torna la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo all’Ossario di Custoza. Si tratta di un’iniziativa nazionale alla quale l’Ossario aderisce dal 2016: un giorno in cui poter visitare i musei in Italia in modo speciale con tutta la famiglia, un’iniziativa che prevede che su tutto il territorio del paese musei, fondazioni ed altri luoghi espositivi si aprano alle famiglie con visite didattiche, giochi a tema, iniziative speciali e attività pensate appositamente per l’occasione.

Come ogni edizione anche quest’anno sarà centrata su un filo conduttore. Il tema di quest’anno “C’era una volta al museo” vuole presentare al pubblico di F@Mu e ai Musei aderenti alla manifestazione l’arte dello “Storytelling” come particolare ed efficace strumento di mediazione culturale.

L’Ossario di Custoza ha il piacere di ospitare i rievocatori dell’Associazione storico culturale Amaltea, con proposte didattiche sulla fotografia d’epoca, sulla scherma sia civile che militare e sulla chirurgia da campo del periodo ottocentesco. Il pubblico avrà inoltre la possibilità di veder ricostruito con la massima cura e attenzione per i particolari, l’equipaggiamento dei bersaglieri della 5a Compagnia 2° Battaglione e dei fanti italiani del 13° Reggimento Brigata Pinerolo, impegnati nelle battaglie risorgimentali che hanno segnato il territorio di Custoza. Vi sarà anche un esempio di abito popolare femminile realizzato secondo la moda in vigore in quel periodo in Nord Italia.

Durante la giornata sarà anche possibile accedere a tutti gli spazi del monumento e alle sale espositive nella ex casa del custode, con l’opportunità di visitare la mostra temporanea “Lorenz M.1854. Il dettaglio nella storia”, dedicata a un fucile della collezione dell’Ossario, rinvenuto nella campagna di scavi del 1877.

La stessa giornata rientra nella proposta regionale delle Fattorie Didattiche Aperte, dedicata quest’anno al Turismo Lento. L’agriturismo Corte Vittoria ospiterà nella pausa pranzo, dalle 12.30 alle 15.30, i rievocatori. I visitatori potranno quindi coniugare la visita al monumento ad una passeggiata sul sentiero naturalistico “Camminacustoza”, raggiungendo l’agriturismo nella suggestiva “Valle dei Molini”, dove sarà possibile conoscerne l'attività e i prodotti.

Informazioni e contatti

Durante la giornata l’Ossario seguirà il normale orario di apertura: 9.30-12.30; 15.30-18.30.

Il costo del biglietto è di 5 euro (adulti); 2,50 euro (6-18 anni); gratis (bambini sotto i 5 anni, disabili). Prezzi convenzionati per i soci FAI, Touring Club, FIAB.

Ossario di Custoza - Salita Generale Govone - 37066 Custoza di Sommacampagna (Vr).

Tel. 346 9652147 - Mail: info@ossariocustoza.it

Web: https://www.ossariocustoza.it/

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Oltre sessanta giorni di eventi a Verona per la prima edizione del "MuraFestival"

    • Gratis
    • dal 31 agosto al 31 ottobre 2020
    • Bastione di San Bernardino
  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Le Arche Scaligere riaperte a Verona: quando e come visitarle, ingresso a 1 euro

    • dal 1 agosto al 30 settembre 2020
    • Arche Scaligere
  • Dalla Lessinia alla pianura la decima edizione del Festival degli Organi Antichi

    • dal 26 luglio al 25 ottobre 2020
    • Vedi programma completo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    VeronaSera è in caricamento