Medhat Shafik alla GAM in prima pAReTe con un’installazione dal titolo "Palmira"

Medhat Shafik è il protagonista della seconda edizione di prima pAReTe, un progetto a cura della responsabile della direzione artistica della Galleria d’Arte Moderna di Verona Patrizia Nuzzo, che intende valorizzare, mettendoli “in prima pagina”, gli artisti contemporanei le cui opere sono parte della collezione della Gam.

Per l’artista egiziano - di cui la galleria ha acquisito l’installazione La dimora del poeta (2004) e ha allestito la personale Le città invisibili (2007) – si tratta di un ritorno ed insieme di una nuova prova: egli crea appositamente per gli spazi della Torre Mozza a Palazzo della Ragione un’installazione di grande fascino ed impatto che nasce nell’ambito di un recente progetto intitolato Palmira. Un lavoro, ispirato alla spettacolare città siriana, luogo di incontro tra Occidente e Oriente, segnata dalle distruzioni dei siti archeologici, sul quale l’artista precisa:

“Ricerco il recupero simbolico dei luoghi archeologici, che sono la memoria dell’uomo, l’essenza della civiltà. Vorrei ricostruire metaforicamente Palmira. Palmira può essere ovunque, proprio perché per me simboleggia il recupero della civiltà, l’onda lunga del nostro essere umani e nel contempo la sua distruzione. Palmira è di tutti noi, anzi, Palmira siamo noi e non deve essere distrutta”.

La sua riflessione non ha implicazioni politiche o religiose, ma è una ricerca universale sulla bellezza e sull’incontro tra civiltà: le tele di juta, i colori a olio e gli acrilici, le garze, i tessuti dai colori splendenti, i legni antichi, gli ossidi, gli stucchi, i pigmenti e i fili di lana dai colori naturali, divengono una metafora delle stratificazioni della storia.

L’iniziativa nasce -  in sintonia con la progettualità di prima pAReTe - in collaborazione con la Galleria Marcorossi artecontemporanea che  presenta le opere del ciclo Palmira nelle sue sedi di Verona, Milano e Pietrasanta.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • "Visti da vicino...visti sul web", sono i musei civici di Verona nei giorni del coronavirus

    • Gratis
    • dal 19 marzo al 31 maggio 2020
    • Online
  • Al Museo Archeologico al Teatro Romano la mostra "Il fascino dei vetri romani"

    • dal 13 dicembre 2019 al 27 settembre 2020
    • Museo Archeologico al Teatro Romano

I più visti

  • Giardino Giusti a Verona riapre ai visitatori con una bellissima novità davvero da non perdere

    • dal 9 al 31 maggio 2020
    • Giardino Giusti
  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • A Verona arriva il temporary "Pop Up" di Perbellini (con la "Milanese cotta e cruda")

    • dal 30 maggio al 2 giugno 2020
    • Venti & Trenta
  • "Visti da vicino...visti sul web", sono i musei civici di Verona nei giorni del coronavirus

    • Gratis
    • dal 19 marzo al 31 maggio 2020
    • Online
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento