Al Teatro di Bonavicina sabato 14 ottobre lo spettacolo di Ippogrifo "Furiosa"

Torna in scena sabato 14 ottobre alle 20,45 nel Teatro di Bonavicina, ad inaugurare l’ottava edizione della rassegna del Comune di San Pietro di Morubio “Teatro e Musica”, il rodatissimo spettacolo di Ippogrifo Produzioni: Furiosa. In 60 minuti, in un modo assolutamente travolgente e “furioso”, viene raccontato l’epico poema cavalleresco di Ariosto, l’Orlando furioso.

Note di regia

Ippogrifo è nota e amata dal pubblico per la confidenza con i grandi classici e l’originalità delle roboanti messe in scena. Alberto Rizzi, autore della riduzione, regista e protagonista dello spettacolo, grazie alla grande dimestichezza con le opere classiche e i grandi capolavori può agilmente reinventare, modificare, plasmare creando un perfetto equilibrio tra il grande rispetto dei testi affrontati e un’incredibile capacità innovativa nella visione e nella forma. Anche in questa Furiosa, quindi, Ippogrifo e Rizzi colpiranno il pubblico con l’obiettivo di stupire, di inondare gli occhi, di divertire come il teatro dovrebbe sempre dover fare.

Trama

E' un vortice furioso di passioni quello che alimenta lo spettacolo così come il poema di Ariosto. I cavalieri, le dame, i maghi sono agitati dai desideri che li spingono a compiere imprese rocambolesche e mirabolanti. In un'ora circa gli attori condensano il poema Orlando Furioso mettendo in scena una commedia brillante utilizzando delle machinae teatrali per dare vita sulla scena a destrieri volanti, giganti, eserciti, palazzi incantati, mostri marini. Pura gioia per gli occhi questo gioco di immagini che vive di ironia e di leggerezza. I toni sono quelli della commedia, dell'avventura e della magia, proprio come quelli dei poemi cavallereschi. Lo spettacolo ripercorre le pagine più famose e anche quelle meno conosciute de L'Orlando Furioso: ci sono i viaggi sulla Luna di Astolfo, il tormentatissimo amore tra Bradamante e Ruggiero, le imprese di Ferraù, l'incantata isola di Alcina, gli amori di Angelica e Medoro, il palazzo di Atlante e ovviamente la pazzia di Orlando, ancora attualissimo emblema di tutte le follie umane.  

Lo spettacolo è adatto ad ogni fascia di età.

Cast e tecnica

I tre attori in scena sono Andrea Manganotto, Jessica Grossule e Alberto Rizzi (anche autore e regista), impegnati tra capriole, acrobazie a dar voce a più di 25 personaggi.

Strizzando l'occhio agli antichi cantori che di piazza in piazza per tutto il medioevo hanno cantato le gesta dei paladini di Carlo Magno. Narrazione popolare, poi elevata a letteratura da due grandi autori italiani Boiardo prima e l'immenso Ariosto poi. 

Le luci sono di Manuel Garzetta,
l'aiuto regia è Barbara Baldo,
le scene e costumi dello stesso Rizzi,
la sartoria di Michela Toffali

INFORMAZIONI

Web: www.ippogrifoproduzioni.com

Facebook: https://www.facebook.com/pippogrifi/?fref=ts

Mail: infoippogrifo@gmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Fondazione Aida presenta lo spettacolo per ragazzi "Dov'è finita la mia ombra"

    • 18 aprile 2021
    • Online

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • "Lavatoi, busi e...sparasine", escursione guidata tra gli angoli suggestivi di Avesa

    • solo domani
    • 18 aprile 2021
    • Appuntamento in Via Messer Ottonello, dietro la Chiesa di San Martino ad Avesa
  • Alla Galleria d'Arte Moderna la mostra dedicata a Ugo Zannoni a Verona

    • dal 2 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • A San Zeno c'è aria di primavera con l'edizione speciale di Verona Antiquaria

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
    • Piazza San Zeno
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeronaSera è in caricamento