L’ensemble Hortus Musicus in concerto al Teatro Ristori

Gli appuntamenti della rassegna di musica Barocca al Teatro Ristori proseguono con l’obiettivo di valorizzare un repertorio molto apprezzato in Europa e ancora poco conosciuto in Italia. Protagonista d’eccezione sul palco del Teatro Ristori mercoledì 4 dicembre alle ore 20.30 l’ensemble proveniente dalla capitale estone Tallin, Hortus Musicus, diretto dal violinista Andres Mustonen.

Hortus Musicus è un ensemble estone fondato nel 1972 dal Maestro Andres Mustonen. La sua insopprimibile volontà di lottare contro le regole prestabilite e le nozioni stantie, applicata alla musica, ha consentito al gruppo di scoprire il mondo della musica pre-Bach, prima sconosciuta. È l’ensemble da più tempo operante in questo ambito nell’Europa dell’Est e uno dei più longevi nel mondo. La musicalità del gruppo è caratterizzata da un atteggiamento creativo, libero dai cliché nei confronti di una musica che è lontana da noi nel tempo, ma non nel contenuto

Nell’arco di 45 anni di attività, Hortus Musicus si è specializzato nella ricerca e nell’esecuzione della musica europea antica, tra l’VIII e il XV secolo, come il canto gregoriano, la musica per organo, gli inni liturgici medievali e i mottetti, lavori della scuola franco-fiamminga e di musica rinascimentale (comprese chansons francesi, madrigali italiani, frottole e villanelle).

Il Direttore artistico di Hortus Musicus, il Maestro Andres Mustonen è un violinista e un direttore di origine estone. Il nucleo del suo repertorio è fatto di oratori, passioni e opere sinfoniche drammatiche. È straordinariamente attivo nell’esecuzione di composizioni di compositori contemporanei con i quali sente una profonda relazione creativa, come Gubaidulina, Penderecki, Kancheli, Silvestrov, Knaifel, Tüür, Pärt e Terterjan.

Il programma della serata si aricolerà tra le musiche del compositore estone Arvo Pärt, del violinista e compositore italiano Biagio Martini, di Girolamo Frescobaldi, Claudio Monteverdi e altri compositori italiani della musica barocca ed antica italiana.

Informazioni e contatti

Il programma completo è disponibile alla pagina: www.teatroristori.org/events/hortus-musicus/

In occasione del secondo spettacolo della rassegna Barocca sarà possibile dalle ore 19.30, presso un desk dedicato nel foyer del Teatro Ristori, sottoscrivere gratuitamente la VivoTeatro Card, per accedere a vantaggi esclusivi e speciali iniziative del Network VivoTeatro, promosso da Fondazione Cariverona.  Scopri di più sul sito dedicato www.vivoteatro.it.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare la pagina dedicata alla Stagione Concertistica del Teatro Ristori: https://www.teatroristori.org/stagione/barocca/   

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • A Verona un autunno di eventi in memoria del compositore Terenzio Zardini

    • Gratis
    • dal 11 settembre al 19 dicembre 2020
    • Chiostro e Chiesa di San Bernardino

I più visti

  • A Verona il meglio del modellismo con la fiera "Model Expo Italy"

    • dal 21 al 22 novembre 2020
    • Veronafiere
  • Oltre sessanta giorni di eventi a Verona per la prima edizione del "MuraFestival"

    • Gratis
    • dal 31 agosto al 31 ottobre 2020
    • Bastione di San Bernardino
  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Bardolino, castagne e Monte Veronese: i protagonisti dell'autunno sul Monte Baldo

    • dal 8 ottobre al 8 novembre 2020
    • Vedi programma completo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    VeronaSera è in caricamento