Al Teatro Nuovo in scena la commedia "Due partite" dal testo di Cristina Comencini

Il primo appuntamento del 2017 con la rassegna Divertiamoci a Teatro al Teatro Nuovo è con "Due partite" di Cristina Comencini da martedì 10 a venerdì 13 gennaio alle ore 21. In scena Giulia Michelini, Paola Minaccioni, Giulia Bevilacqua, Caterina Guzzanti dirette da Paola Rota. Scene e disegno luci di Nicolas Bovey, costumi di Gianluca. Falaschi Straordinario successo, teatrale prima e cinematografico dopo, questo emozionante testo di Cristina Comencini torna in palcoscenico a 10 anni di distanza con un nuovo grande cast al femminile, che mette insieme alcune tra le protagoniste di numerosi film e fiction di successo.

L’Italia degli anni ‘60 e quella di oggi, 4 attrici che diventano 8 donne, nell’eterno scontro generazionale tra madri e figlie. Questi gli ingredienti di una commedia che alterna momenti di comicità ad attimi di autentica commozione.

3-foto due partite

Note di regia

Nel primo atto quattro donne, molto amiche tra loro, giocano a carte e parlano in un salotto. Si ritrovano lì ogni settimana. Nella stanza accanto le loro figlie giocano alle signore, si ritrovano anche loro ogni volta che si incontrano le loro madri. Nel secondo atto le quattro bambine sono diventate ormai delle donne che si vedono nella stessa casa e continuano quel dialogo, interrotto e infinito, sui temi fondanti dell’identità̀ femminile. Sono le stesse attrici che avevamo visto interpretare il ruolo delle madri. Gli eventi che tengono unite queste donne, sono i più̀ naturali e significativi dell’esistenza: la nascita e la morte. La conversazione procede tra di loro con un ritmo incalzante, tragico e comico al tempo stesso, e in questo flusso di pensieri e parole le loro identità̀ si confondono e si riflettono in quelle delle loro madri, in una continua dinamica di fusione e opposizione, come in un gioco di specchi deformanti. La commedia lavora su diversi livelli, è un meccanismo perfetto che alterna momenti di comicità̀ a momenti di vera e propria commozione, ma quello che più̀ mi colpisce è un altro aspetto, fondamentale a teatro, che è quello fantastico, fantasmatico. Le protagoniste di questa storia sono donne che si proiettano madri, madri che immaginano come saranno le loro figlie, figlie che hanno assunto, mangiato e digerito le proprie madri per farsi donne autonome, diverse, opposte, e sorprendentemente vicine. Queste bambine che non vediamo mai e il loro perenne struggimento della crescita sono l’anima di questa commedia. (Paola Rota)

Per approfondire gli spettacoli L’Arena invita il pubblico all’incontro con la Compagnia mercoledì 11 gennaio alle ore 18 al Teatro Nuovo.

Disponibili i biglietti per i possessori della tessera ESU a 3 euro fino a esaurimento.

PUNTI VENDITA BIGLIETTI

• Teatro Nuovo, piazza Viviani 10 telefono 0458006100 (dal lunedì al sabato dalle ore 15,30 alle 20)

• Box Office, via Pallone 16 telefono 045 8011154 www.boxofficelive.it

• Circuito Geticket, sportelli Unicredit Banca abilitati, telefono 800323285 e call center telefono 848002008

• Online www.geticket.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Alla Galleria d'Arte Moderna la mostra dedicata a Ugo Zannoni a Verona

    • dal 2 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • Al Parco Giardino Sigurtà il festival della bellezza floreale con "Tulipanomania"

    • dal 7 marzo al 30 aprile 2021
    • Parco Giardino Sigurtà
  • Palazzo Maffei Casa Museo a Verona propone "La scienza nascosta nell'arte"

    • Gratis
    • dal 13 novembre 2020 al 15 giugno 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeronaSera è in caricamento