Per le donne vittima di abusi e violenza arriva a Verona la Corsa di Giulietta

Domenica 25 marzo, a Verona, si corre la terza edizione della Corsa di Giulietta, gara solidale organizzata in occasione della Giornata internazionale per i diritti delle donne. La non competitiva di 5 e 10 chilometri, aperta a tutti, partirà alle 9.30 da piazza Bra e sosterrà Telefono Rosa Verona, in particolare il progetto Ama, per donne in difficoltà e vittime di abusi e violenza. Fin dalla mattinata, sarà presente in piazza il camper del progetto della Polizia di Stato “Questo non è amore”, per informazioni, suggerimenti e denunce contro la violenza di genere.

La corsa, organizzata dall’associazione Moica Verona, insieme a Veronamarathon Eventi, con il patrocinio del Comune, rientra nel programma della manifestazione “Ottomarzo. Femminile, plurale”. 

L’iscrizione, di 10 euro, con pettorale, t-shirt dell’evento e pacco gara, può essere effettuata sabato e domenica in piazza Bra, fino a mezzora prima della partenza, oppure online sul sito veronamarathoneventi.com e nei negozi Decathlon, fino alle ore 20 di venerdì 9 marzo. Superati i 2.000 iscritti, il pettorale verrà dato al costo di 5 euro.  La corsa, che non prevede l’interruzione del traffico, si snoderà lungo il centro storico: piazza Bra, via Roma, regaste San Zeno, via del Bersagliere, lungadige Cangrande, piazzale Cadorna, lungadige Matteotti, lungadige San Giorgio, ponte Pietra, via Massalongo, via Stella.

L’iniziativa è stata presentata in sala Arazzi, dagli assessori allo Sport Filippo Rando e alle Pari opportunità Francesca Briani, dal vicepresidente di Veronamarathon Eventi Matteo Bortolaso, dalla presidente di Moica Anna Vitali e dai rappresentanti della Polizia di Stato Bruno De Santis e Brunella Marziani.

CHI E’ MOICA - Associazione di Promozione Sociale, sin dal 1982, con i suoi 100 gruppi distribuiti sul territorio nazionale, si occupa del riconoscimento umano, sociale e culturale del lavoro familiare, della tutela dei diritti civili, delle pari opportunità, della conciliazione tra i tempi di vita e i tempi di lavoro delle donne e, quale realtà attenta alle emergenze di una società in continuo cambiamento,  in primis del contrasto alla violenza in tutte le sue forme, tragedia ormai letta e appresa quasi quotidianamente, spesso quando ormai è troppo tardi.

La forza di Moica è quella di riunire tutte le donne, donne attive professionalmente in un lavoro esterno e donne lavoratrici familiari full time, tutte, comunque, impegnate nel lavoro familiare e alle prese con la difficile conciliazione tra i tempi di lavoro e di vita: “Occorre affermare con determinazione che una diversa partecipazione delle donne alla storia del loro tempo può incidere in modo determinante (e sicuramente positivo) non tanto e non solo sulla condizione femminile, quanto sulla vita di tutti, sulla politica e sulle grandi scelte, sulle famiglie, sulle istituzioni, sulla Società tutta.” fa sapere la Presidente Nazionale Moica Tina Leonzi. 

“La corsa di Giulietta” che rappresenta un connubio tra sport e sociale, proprio per le sue finalità e per gli importanti contenuti motivazionali, è una festa dello sport, colorata di rosa e all’aria aperta, alla quale potrà partecipare chiunque correndo velocemente o lentamente, camminando a passo lento o spedito, ognuno con i propri tempi e capacità: un vero e proprio aggregante generazionale, un incontro di energie; un’occasione per riunirsi in un clima di festa, fare amicizia e soprattutto correre assieme condividendo serenamente questo momento dedicato a tutte le donne, e per riflettere, anche grazie alla partecipazione degli uomini, sulla volontà condivisa di una forte condanna sociale  rispetto alla tragedia quotidiana della violenza sulle donne.

I quattro motivi per partecipare a “La Corsa di Giulietta’ dell’ 11 Marzo sono:

  • Io corro contro la violenza domestica, i femminicidi e contro la violenza in tutte le sue forme
  • Io corro per vincere le disparità nella vita,  nel lavoro, nello sport e per le pari opportunità
  • Io corro per il riconoscimento del valore del lavoro familiare
  • Io corro per gli uomini che amano le donne e le rispettano.

(Immagine di repertorio dalla Corsa di Giulietta - Ph Carlo Ambrosi)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Sport, potrebbe interessarti

  • Ciclismo amatoriale su strada: a Verona torna la "Granfondo Avesani Luca"

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
    • Partenza da piazza Bra
  • Immersioni nel lago di Garda a Bardolino

    • dal 9 marzo al 31 dicembre 2021
    • Bardolino

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • "Lavatoi, busi e...sparasine", escursione guidata tra gli angoli suggestivi di Avesa

    • solo domani
    • 18 aprile 2021
    • Appuntamento in Via Messer Ottonello, dietro la Chiesa di San Martino ad Avesa
  • Alla Galleria d'Arte Moderna la mostra dedicata a Ugo Zannoni a Verona

    • dal 2 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • A San Zeno c'è aria di primavera con l'edizione speciale di Verona Antiquaria

    • solo domani
    • Gratis
    • 18 aprile 2021
    • Piazza San Zeno
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeronaSera è in caricamento