Domenica, 17 Ottobre 2021
Cultura Centro storico / Piazza Brà

Quindici le pellicole in Gran Guardia per il "Verona Mountain Film Festival"

La prima edizione del festival si svolge dal 16 al 20 febbraio nello storico palazzo che si affaccia su piazza Brà: "Cinque giorni dedicati ai temi legati all'alpinismo, alla conoscenza e allo studio delle montagne e alla tutela del loro ambiente naturale"

Si svolge dal 16 al 20 febbraio, alle 20.30 in Gran Guardia, la prima edizione del “Verona Mountain Film Festival”, il primo festival del Veneto dedicato alla montagna, all’alpinismo e agli sport d’alta quota.
La manifestazione, con ingresso gratuito, è promossa dall’Associazione Montagna Italia insieme alle sezioni del Club Alpino Italiano di Verona, San Bonifacio e Legnago e le sottosezioni Geaz e Gem, in collaborazione con il Comune, Agsm e Atv.
La rassegna è stata presentata oggi, 12 febbraio, a Palazzo Barbieri dall’assessore allo Sport e Tempo libero Alberto Bozza; presenti i presidenti del Festival Roberto Gualdi e del CAI Verona Alessandro Camagna, il direttore generale di Atv Stefano Zaninelli, il maestro del Coro Scaligero dell’Alpe del Cai Verona Matteo Bogoni e Silvia Lorenzi, soprano della Compagnia delle Chiavi.
“Cinque giorni dedicati ai temi legati all’alpinismo, alla conoscenza e allo studio delle montagne e alla tutela del loro ambiente naturale – ha detto Bozza- un evento di alto profilo culturale ed artistico, con proiezioni di film, musica e mostre fotografiche”.
Quindici i film in calendario, dodici dei quali in concorso: martedì 16 febbraio “Icefall”, di Joseph Areddy (Svizzera-2013) e “Secret Kyrgyzstan” di Filippo Salvioni (Italia- 2015); mercoledì 17 febbraio “Citadel” di Alastair Lee (Inghilterra-2015), “Solo. Escalada la vida” di Jordi Varela (Spagna-2014) e “zanzara e Labbradoro” di Lia Giovanazzi Beltrami (Italia-2014); giovedì 18 febbraio “Sedna” di Laurent Jamet (Francia-2014), “Sky Walkers” di Claudio Pesenti (Italia-2014) , “Correre per l’essenziale” di Alberto Ferretto (Italia-2015) e “Le montagne non finiscono là” di Arianna Colliard e Maurizio Pellegrini (Italia-2014); venerdì 19 febbraio “China Jam” di Evrard Wendenbaum (Francia-2014), “The great shark hunt” di Filippo Salvioni (Italia- 2015) e “Cervino – La montagna del mondo” di Nicolò Bongiorno (Italia-2015).

Fuori concorso i film “Walter Bonatti al di là delle nuvole” e “K2: un urlo dalla vetta” in programma martedì 16 febbraio, e “Messner: il film”, a chiusura della rassegna, sabato 20 febbraio.
Info: Associazione Montagna Italia, tel. 035-237323, info@montagnaitalia.com; Club Alpino Italiano- Sezione di Verona, tel. 045-8030555, info@caiverona.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quindici le pellicole in Gran Guardia per il "Verona Mountain Film Festival"

VeronaSera è in caricamento