Tre mesi di musica e spettacoli per un'estate unica a Villa Vecelli Cavriani di Mozzecane

Il Comune e Fondazione Discanto uniscono le forze per dare vita a un ricco cartellone per tre mesi a Villa Vecelli Cavriani: la scalinata diventa il palco, il giardino una platea da 250 posti

A Mozzecane pubblico e privato uniscono le forze per dar vita a una grande estate di spettacoli che punta a ridare slancio al territorio dopo i lunghi mesi di lockdown. Il Comune e la Fondazione Discanto organizzano infatti un ricco cartellone di concerti, patrocinato dal Comune e dalla provincia di Verona, che partirà il 18 luglio e si concluderà alla fine di settembre negli spazi esterni di Villa Vecelli Cavriani, con la scalinata che diventerà il palco ideale per orchestre e solisti e il giardino trasformato in una platea da 250 posti a sedere.

Il cartellone si comporrà di due rassegne. La prima, intitolata “Narr.azioni”, si svolgerà sabato 18 e domenica 19 luglio e onorerà nella prima serata una grande interprete italiana, Mia Martini, con la cantante Stephanie Océan Ghizzoni Quintet accompagnata da Daniele Rotunno al pianoforte, Marco Pasetto al clarinetto e sax soprano, Enrico Terragnoli al basso acustico e Anna Pasetto al violino. Nella seconda Stephanie Ghizzoni sarà accompagnata dalla big band ritmo-sinfonica Città di Verona diretta da Marco Pasetto e rivisiterà 15 capolavori della musica italiana degli ultimi 50 anni, da Bruno Martino a Paolo Conte, da Luigi Tenco a Lucio Battisti e Fabrizio De Andrè. La seconda rassegna si intitola “Talent music summer festival” e proporrà ogni venerdì, dal 31 luglio al 25 settembre, un repertorio dedicato ai grandi autori della musica classica con un’orchestra composta da musicisti internazionali. Le parti solistiche saranno affidate ai migliori talenti che, da luglio a settembre, prenderanno parte ai corsi di perfezionamento organizzati dall’Accademia Internazionale di musica Talent Music Master Courses.

«Siamo fieri di essere riusciti a mettere in piedi questa grande estate di spettacoli, che rivitalizzerà il paese e i dintorni e alimenterà l’economia della comunità – sottolinea Tomas Piccinini, vicesindaco e assessore alla Cultura di Mozzecane -. Si tratta di un’unione di forze importante, in un momento così difficile anche a causa dei costi necessari per l’igienizzazione e le certificazioni, che consentirà di aiutare la ripresa di un paese che, come molti altri, si è fermato. Faremo conoscere così anche la nostra storia culturale e la nostra villa, recuperando inoltre un appuntamento fondamentale sotto il profilo della tradizione qual è la festa dei santi Pietro e Paolo, patroni del paese. Confidiamo in una grande partecipazione del pubblico non solo del nostro territorio, ma anche da tutto il Veronese e dalle regioni limitrofe, che potrà assistere a spettacoli di alta qualità in totale sicurezza e in uno spazio bellissimo».

Conferma Andrea Turrina, presidente della Fondazione Discanto, che dal 2016 svolge un’attività di valorizzazione e divulgazione dei patrimoni storici, culturali, artistici, sociali e ambientali del territorio. «Come Fondazione abbiamo dovuto rivedere la nostra programmazione a causa dell’emergenza Covid, ma siamo riusciti ugualmente a dare a Mozzecane un evento di grande risonanza, con eventi che la equiparano a città come Brescia e Verona per lo spessore degli artisti. Dobbiamo dire grazie alle importanti realtà imprenditoriali veronesi, che da tre anni sostengono la nostra Fondazione, e all’associazione culturale Artematica, che svolgerà il ruolo di direzione artistica per conto della Fondazione Discanto. Grazie anche a Master Orchestra per la preziosa partecipazione».

I pianisti Paolo Baglieri e Ilaria Loatelli, già fondatori della Talent Music Master Courses, accademia internazionale di alto perfezionamento musicale, e del Concorso Nazionale “Scuole in Musica”, la manifestazione più grande a livello europeo del settore che ogni anno conta su una partecipazione di 5.000 giovani, sono le new entry della Fondazione Discanto e seguiranno i ragazzi italiani e stranieri che parteciperanno ai corsi di perfezionamento. «Da luglio a settembre Villa Vecelli Cavriani ospiterà masterclass che si svolgeranno da lunedì a venerdì guidate da docenti di fama internazionale – spiegano -. Basti citare i pianisti Andrea Bonatta, Jacques Rouvier e Dmitri Alexeev, i violinisti Silvia Marcovici e Klaidi Sahatci, il violista Alexander Zemtsov, il violoncellista Jerome Pernoo, il flaustista Adam Walker e l’arpista Florence Sitruk. I giovani studenti arriveranno da tutte le parti del mondo, dalla Russia alla Corea. Il martedì, il mercoledì e il giovedì, da fine luglio a fine settembre, i ragazzi si esibiranno la sera dopo le lezioni e Villa Vecelli Cavriani aprirà le porte a chiunque voglia assistere gratuitamente alle esibizioni. Il venerdì si svolgerà invece il concerto vero e proprio con la Master Orchestra, un’orchestra di oltre 25 elementi, diretta dal maestro Sergio Baietta, che accompagnerà nel ruolo di solisti i giovani musicisti internazionali selezionati nell’ambito dei corsi internazionali di perfezionamento. Il 5 settembre è previsto un concerto speciale con Alexander Zemtsov alla viola, Ilaria Loatelli al piano e Denitsa Laffchieva al clarinetto».

Informazioni e contatti

Sono già oltre 150 gli allievi iscritti alle masterclass, provenienti da tutto il mondo. Un numero rilevante, considerata l’emergenza Covid, che darà un po’ di movimento alla vita del paese. In caso di brutto tempo gli spettacoli verranno spostati all’interno della villa, con capienza ridotta. Informazioni sul sito www.fondazionediscanto.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

Torna su
VeronaSera è in caricamento