Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Requiem di Mozart per la prima volta all'Arena di Verona: il video del concerto

In Arena il Requiem intimo e grandioso, dedicato alle vittime veronesi della pandemia

 

La Messa di Requiem in re minore K 626 è l’ultimo numero del ricchissimo catalogo di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), suo capolavoro interrotto dalla prematura morte e completato dall’allievo Franz Xaver Sűssmayr sulla base degli appunti del genio di Salisburgo. Dalla prima esecuzione nel 1793 il Requiem è entrato stabilmente nel repertorio sacro e da concerto, diventando pietra di paragone per tutti i compositori successivi.

Dolore, stupore, ira divina, luce, perdono e pace convivono perfettamente in questa pagina universale che per la prima volta è risuonata venerdì 31 luglio 2020 sotto le stelle dell’Arena di Verona. Il cast della serata era composto da artisti di prestigio internazionale, dal maestro Marco Armiliato, alla guida dell’Orchestra areniana e del Coro preparato da Vito Lombardi, alle voci giovani e già esperte belcantiste del soprano Vittoria Yeo, del mezzosoprano Sonia Ganassi, del tenore Saimir Pirgu e del basso Alex Esposito. Un evento unico per la seconda serata del Festival 2020 "Nel cuore della musica": il Requiem intimo e grandioso, specialmente dedicato alle vittime veronesi della pandemia.

Scopri il programma dei prossimi concerti in Arena

Video: tutti i diritti sono riservati e di proprietà della Fondazione Arena di Verona. Si ringrazia la Fondazione Arena di Verona per la gentile concessione delle immagini.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento