Un nuovo libro e visite guidate al cimitero monumentale: museo a cielo aperto di Verona

«Vogliamo davvero che il Cimitero Monumentale venga apprezzato per il suo valore architettonico - ha detto l’assessore Neri - e per le opere che vi sono custodite»

La conferenza di presentazione del progetto

Molto più che una guida. Il nuovo libro sul Cimitero Monumentale di Verona vuol essere anche un invito a visitare, con occhi diversi, il museo a cielo aperto della città, custode di un inestimabile patrimonio artistico e culturale. Basti pensare che a Verona l’80 per cento delle opere marmoree e lapidee all’aperto si trova nel Cimitero monumentale, a firma di Ugo Zannoni, Ettore Fagiuoli, Carlo e Attilio Spiazzi, Mario Salazzari, per citarne alcuni. Una ricchezza artistica che l’Amministrazione intende non solo valorizzare e preservare ma anche far conoscere a tutti, turisti compresi, per una concezione del cimitero che va oltre la casa dei defunti. Diventando luogo di conoscenza, scoperta e soprattutto di storia.

Dopo 90 anni dalla prima pubblicazione, il nuovo libro ‘Il Cimitero Monumentale di Verona’ è nero su bianco. Un lavoro di catalogazione e raccolta informazioni iniziato nel 2000 ma poi lasciato nel cassetto per quasi vent’anni. L’impegno di Agec, con la collaborazione dell’associazione culturale Mario Salazzari e il sostegno del Comune, hanno permesso non solo di portare a buon fine la pubblicazione, ma anche di promuovere la conoscenza del cimitero con iniziative e visite guidate. Dopo quelle avviate nei mesi scorsi, che hanno riscontrato una significativa partecipazione, sono già in calendario i prossimi tour del Monumentale, da domenica 7 aprile fino ad ottobre, con visite a tema per diversificare e rendere più interessanti le passeggiate.

Soddisfatti gli assessori al Patrimonio Edi Maria Neri e alla Cultura e Turismo Francesca Briani che, insieme al presidente di Agec Roberto Niccolai, hanno presentato il nuovo libro e le visite. Presenti anche il direttore generale di Agec Giovanni Governo, una delle curatrici del libro, Camilla Bertoni, e il presidente dell’associazione Mario Salazzari, Luca Tommasoli, con Silvano e Daniele Zago. «Vogliamo davvero che il Cimitero Monumentale venga apprezzato per il suo valore architettonico e per le opere che vi sono custodite – ha detto l’assessore Neri -. Doveroso il rispetto per il luogo dei nostri defunti, ma giusto anche mettere a disposizione di tutti un patrimonio così ricco e raro, facendolo anzitutto conoscere ai veronesi».

«Un input anche per il settore turistico, con la possibilità di inserire nelle guide della città le visite al Monumentale, come già accade nei Paesi del Nord Europa – ha aggiunto l’assessore Briani-. Il nostro cimitero vanta l’iscrizione all’associazione dei Cimiteri significativi d’Europa, un ulteriore riconoscimento dell’importanza di tale luogo».

«L’ultima pubblicazione in merito risale al 1919 – ha precisato il presidente Niccolai –. Con questo nuovo lavoro non solo colmiamo un vuoto, ma conferiamo al Monumentale il prestigio che merita. Ricordo che sono in tutto 23 i cimiteri presenti sul territorio comunale, alcuni dei quali valgono davvero la pena di esseri visitati. Anche sul fronte dei servizi cimiteriali l’azienda è impegnata per migliorarne la qualità e l’efficienza, con strumenti per agevolare i cittadini ma anche i visitatori e i turisti. In questa direzione si inserisce la funzione ‘cerca il tuo defunto’, che dal sito di Agec permette di individuare la collocazione dei 180 mila nominativi che trovano sepoltura in uno dei cimiteri cittadini».

Il volume sul Cimitero Monumentale sarà in vendita alla Torre dei Lamberti, alla Funicolare che porta a Castel San Pietro e al Monumentale durante le visite guidate. La presentazione ufficiale è in programma per giovedì 4 aprile, alle 17.30, nella sala multimediale della Soprintendenza, in Corte Dogana. Come anticipato, le visite guidare riprenderanno domenica 7 aprile, alle 10.30. Le prenotazioni si effettuano via mail a infoagec@agec.it o al numero 045- 8029967.

Questo il calendario fino all’autunno. Dopo domenica 7 aprile, le visite si terranno il sabato, a cominciare dal 27 aprile con il tema “L’anniversario della Liberazione: i danni post bellici”. Sabato 11 maggio “La maternità”; il 25 maggio si parlerà de “Il Cimitero Giardino”, mentre l’8 giugno sarà dedicato a “Ugo Zannoni 1919 – 2019” (per il centenario della morte). Si continua il 22 giugno con “Arte e simbologia funeraria”; invece il 7 e il 21 settembre saranno dedicati rispettivamente a “Ettore Ferrari 1929 – 2019” (in occasione dei 90 anni dalla morte) e “Eugenio Prati e Ruperto Banterle 1889 – 2019” (in occasione dei 130 anni dalla nascita). Il 12 ottobre si seguirà il percorso “Le tombe dello stilobate”. Il ciclo terminerà il 26 ottobre con la visita“Il Cimitero Monumentale di Verona”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • "Cori razzisti". Un video mette i tifosi dell'Hellas ancora al centro della bufera

  • Droga, cellulari, manette e armi in casa: 38enne della Bassa arrestato

Torna su
VeronaSera è in caricamento