Cultura Veronetta / Via Cantarane, 24

Inaugura al polo Santa Marta l’installazione di Fabrizio Gazzari "Rosario delle assenze"

Al via le iniziative nate dalla collaborazione tra Università e ArtVerona

S’inaugura giovedì 11 ottobre alle 18, al piano sotterraneo della sede universitaria Santa Marta, via Cantarane 24, l’istallazione ambientale di Fabrizio Gazzari “Rosario delle Assenze”, una delle tre installazioni ospitate nella sede universitaria in occasione di ArtVerona. Seguirà il concerto del compositore e artista Nicola Cisternino. L’iniziativa, realizzata nell’ambito del Festiva Veronetta, nasce dalla collaborazione tra l’Università di Verona e ArtVerona che dal 2013 hanno dato vita a un percorso comune ricco di stimoli e di curiosità per l’arte contemporanea che porta eventi e produzioni artistiche fin dentro l’ateneo.

Il progetto dell’opera Rosario delle assenze nasce nel 2004 dopo la strage dei bimbi della scuola di Beslan, in Ossezia, e viene sviluppato e proposto nel 2018, in collaborazione con il curatore Diego Mantoan e l’architetto Giulia Depero per ricordare tutti i bambini e le bambine vittime di guerre e di violenze. «La collaborazione con l’università di Verona - spiegano gli organizzatori - consente di toccare una questione così sensibile sperimentando uno spazio di creazione di una coscienza collettiva: la recuperata architettura militare dell’ex caserma austroungarica di Santa Marta, la frequentazione quotidiana di giovani studenti, la riapertura alla città e la centralità nel contesto di Veronetta fanno di Santa Marta un ideale luogo di dialogo». L’inaugurazione sarà accompagnata dalla performance sonora “Absentia” del compositore e artista Nicola Cisternino. 

A partire dal 12 ottobre, inoltre, gli spazi di Santa Marta accoglieranno l’opera Aquila (1989) di Hidetoshi Nagasawa. ArtVerona dedica un omaggio all’artista giapponese nell’anno della sua scomparsa che, arrivato a Milano all’età di ventisette anni, aveva scelto l’Italia per vivere e lavorare. Il percorso, ideato da Adriana Polveroni con il supporto di Ryoma e Tae Alice Nagasawa, figli dell’artista, è parte del programma Art&TheCity e toccherà alcuni luoghi significativi di Verona.

In un connubio che unisce idealmente gli studi universitari di area economica e le imprese, alla ricerca di innovative forme di rigenerazione dei materiali plastici, viene accolta, sempre a Santa Marta, l’installazione Nuove // Laprima plastics con le opere site specific di tre artisti. ArtVerona ha attivato una partnership con Nuove // Residency, progetto di residenze d’artista in azienda fondato e diretto da Geraldine Blais, ampliando così le sinergie con gli operatori culturali del territorio che mirano a creare collaborazioni fra realtà imprenditoriali ed esperienze artistiche del contemporaneo. Le installazioni degli artisti coinvolti nel progetto saranno in mostra fino al 16 ottobre.

Si rinnova, inoltre, l’impegno di docenti e dottorandi del dipartimento di Culture e civiltà dell’ateneo che nei giorni della manifestazione fieristica si proporranno come guide per le visite ai padiglioni di ArtVerona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugura al polo Santa Marta l’installazione di Fabrizio Gazzari "Rosario delle assenze"

VeronaSera è in caricamento