Cultura Via San Felice

Per la prima volta il Prato di Castel San Felice si apre all’arte per celebrare la magia dell’equinozio d’autunno

Appuntamento speciale all’interno della rassegna eventi di Mura Festival: Veronica Marchi accompagnerà i partecipanti in un concerto acustico

Luci soffuse al Prato di Castel San Felice che per la prima volta si apre all’arte in occasione dell’equinozio d’autunno con Mura Festival. Mercoledì 22 settembre, infatti, dalle ore 18.30 il Prato si trasformerà in una location magica, luogo perfetto in cui celebrare l’equinozio d’autunno. Una notte in cui le ore di luce e le ore di buio sono uguali, quando le forze di luce e tenebra sono in perfetto equilibrio. Un incontro speciale tra arte, natura e musica, che segna un periodo di rinnovamento e di cambiamento, il momento propizio per raccoglier l’energia della terra, onorare l’armonia della materia e dello spirito e salutare la natura che si prepara al riposo autunnale.

note in una notte d'equinozio d'autunno-3

Mercoledì sarà un’occasione per gustare un pic nic con prodotti del territorio tra un bicchiere di Chiaretto di Bardolino e un assaggio di Monte Veronese, a lume di candela immersi nella natura. La voce avvolgente di Veronica Marchi accompagnerà i partecipanti in un concerto acustico per celebrare il passaggio dall’estate all’autunno, il periodo in cui la natura si spegne, si addormenta e lo spirito dell’uomo si risveglia. Ad aprire la serata l’attrice e scrittrice Caterina Pilon, che condurrà i presenti nel rito dell’accessione delle candele, un momento di condivisione e riflessione dal sapore etereo. L’evento organizzato da Studioventisette in collaborazione con Doc Servizi e Freecom Hub è realizzato con il supporto tecnico di Consorzio di Tutela del Chiaretto e del Bardolino, Consorzio Monte Veronese, Flover, Migross, Forst.

Informazioni e contatti

L’evento si terrà presso il prato di Castello San Felice, all’interno del Parco delle Mura lungo le Torricelle di Verona. La reception è situata in via Castel San Pietro, appena superato il volto che da via Castello San Felice conduce a Castel San Pietro (nei pressi del Camping Castel San Pietro), all'imbocco di via Nazareth. In reception avverrà il check-in e la consegna della bag per la degustazione.

L’area dell’evento è raggiungibile solo a piedi: è consigliato indossare scarpe comode e portare con sé una coperta o una stuoia dove sedersi, insieme ad una torcia (va benissimo anche la torcia di uno smartphone).

L’accesso è consentito solo con l’acquisto della prevendita. I biglietti sono acquistabili su Eventbrite https://bit.ly/38R6USb.

  • Biglietto di ingresso singolo: 20 euro
  • Biglietto di ingresso per due persone: 35 euro

Il biglietto include una borsa da pic nic con: una candela per il rito di accensione delle candele e una selezione di prodotti del territorio veronese con una monoporzione di Formaggio Monte Veronese DOP e taralli in accompagnamento, una mezza bottiglia di vino Chiaretto di Bardolino con calice, una birra Forst Kronen con bicchiere, una bottiglietta di acqua e un plum cake.

prato castel san felice (2)-min-2

L’evento è all’interno della rassegna eventi di Mura Festival. Mura Festival si svolgerà in sicurezza e seguirà la vigente normativa anticovid-19: verranno prese tutte le precauzioni necessarie per vivere l’evento in condizioni di sicurezza, dando occasione a tutti di trascorrere momenti di socialità ed esperienze all’aria aperta, serenamente e senza rischi.

Il Festival animerà 5 aree del parco delle mura: Il Bastione di San Bernardino, il Bastione di San Zeno, il Bastione delle Maddalene, Porta Fura e Prato di Castel San Felice per tutta l’estate 2021. Il calendario di appuntamenti e attività, in costante aggiornamento e costo dei singoli eventi/attività è disponibile online sul sito www.murafestival.it.

veronica marchi-2-4

PROGRAMMA

  • 18:30 - Accoglienza e consegna del cestino per degustazione e candele
  • 19:19 - Performance - lettura e accensione delle candele con Caterina Pilon
  • 19:40 - Tramonto in acustico con Veronica Marchi

Biografia Veronica Marchi

Inizia a cantare da bambina, giocando col pianoforte della sorella, e intraprende poi lo studio del pianoforte e della chitarra, diplomandosi in teoria e solfeggio al conservatorio di Riva del Garda. Le prime apparizioni in pubblico risalgono alla fine degli anni '80. Il 1989 la vede protagonista della trasmissione di Rai 2 "Piccoli e grandi fans".

Scrive la sua prima canzone, "Cosa c'è", a 9 anni, con la quale vince il "Microfono D'oro" a Mirandola nel 1992. Proseguono negli anni le partecipazioni a concorsi e manifestazioni, tra le quali Trenta ore per la vita, Telethon, Karaoke di Fiorello, che vince cantando "Io penso positivo" di Jovanotti.

Il 2005 è l'anno del debutto discografico. L'album omonimo è prodotto artisticamente dalla stessa cantautrice in collaborazione con Mauro Magnani ed esce per l'etichetta discografica La Matricula di Luigi Pecere, edizioni Rai Trade. Il disco riceve consensi, ottiene una menzione Targa Tenco sezione Opera Prima (prima ex aequo), Premio Bianca D'Aponte, Premio DemoRai. Dal primo singolo, "Bambina", viene estratto un video diretto da Sebastiano Festa.

In questo periodo apre i concerti di Cristina Donà, Niccolò Fabi, Nada, Antonella Ruggiero, Lara Martelli, Teresa De Sio, Roberto Angelini, Marta Sui Tubi, Laura Bono, Davide Van de Sfroos, Eugenio Finardi.

Nell'estate del 2007 esce in distribuzione digitale "Saldi di primavera", prima del nuovo album in uscita a maggio 2008. Il nuovo disco è anticipato dal singolo "Splendida Coerenza", brano col quale ottiene il primo posto e il premio della critica al Giffoni Music Concept. Il secondo disco di Veronica Marchi esce il 9 maggio 2008, intitolato "L'acqua del mare non si può bere".

Dal 2006 porta avanti un progetto parallelo alla sua carriera solista con la rock band Maryposh. Il disco della band è prodotto da Giusi Passalacqua.

Nel 2009 è direttrice artistica del Circolo Culturale Majakovskij di Verona per la stagione di apertura 2008/2009; apre un blog dove pubblica racconti brevi, blog che il 22 giugno diventa anche una trasmissione radiofonica condotta da lei stessa, intitolata Nerosubianco. Il 16 giugno è una delle ospiti del United Verona Artists al Teatro Romano di Verona. Dal 13 novembre è parte della compagnia teatral/musicale di Natalino Balasso per la serie di spettacoli intitolati Fog theatre, al Teatro Alcione di Verona.

Nel 2010 prosegue la collaborazione in teatro con la compagnia di Natalino Balasso, con dieci repliche dello spettacolo. Nel frattempo si solidifica la collaborazione con il pittore Serafino Rudari, col quale presenta uno spettacolo intitolato Canzoni a colori. Il 23 e 24 giugno viene chiamata da Enrico De Angelis per diventare una delle voci dello spettacolo dedicato a Fabrizio De Andrè “Bocche di rosa – Dieci voci femminili interpretano Spoon River”. Il 7 agosto è a Cracovia come unico artista italiano del Leonard Cohen Event 2010.

Nell'agosto del 2011 entra in studio, con Maddalena Fasoli, Andrea Faccioli e Nelide Bandello, per registrare il terzo album che vede la luce in 20 aprile 2012, e che è intitolato “La guarigione” (Cabezon/Audioglobe).

Nel 2014, grazie a un'operazione di crowdfounding, pubblica attraverso Musicraiser il disco "CoVer", una raccolta di reinterpretazioni di brani celebri portati in concerto negli anni precedenti. Nel 2015 intrarpende due tour europei tra Repubblica Ceca e Polonia e partecipa al Festival di Dijon, in Francia.

Nel 2015 co-produce con Fabio Campedelli l'ep di Sole. Nel 2016 partecipa alla decima edizione del talent show X Factor giungendo fino agli home visit nella categoria over, capitanata da Manuel Agnelli.

conferenza stampa-5

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per la prima volta il Prato di Castel San Felice si apre all’arte per celebrare la magia dell’equinozio d’autunno

VeronaSera è in caricamento