Cultura Borgo Milano / Via Ugo Sesini, 9

Il Circolo Fotografico Veronese al primo posto nel 3° Gran Premio Italia 2020

«L'unità di un gruppo è la forza per ottenere dei buoni risultati», spiega il Circolo

Circolo Fotografico Veronese

L’APS Circolo fotografico veronese BFI (Benemerito della Fotografia Italiana) si è classificato al primo posto nel 3° Gran Premio Italia 2020, concorso fotografico nazionale riservato ai circoli fotografici italiani aderenti alla FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche). Al concorso hanno partecipato 39 Circoli Fotografici FIAF, 460 autori e autrici organizzati in 59 squadre, 840 le immagini a tema libero proposte e valutate dalla Giuria. La squadra dell’APS Circolo fotografico veronese BFI era composta da 8 autori e 1 autrice: Roberto Bianchi, Giovanni Brighente, Elia De Guidi, Gianni Mantovani, Enrico Patacca, Patrizia Sonato, Diego Speri, Giuseppe Tomelleri, Riccardo Tomelleri.

«Il sentimento di gioia e orgoglio con il quale vogliamo esprimere i complimenti agli autori componenti la squadra vincitrice, - spiega una nota - si arricchisce del fatto che le immagini presentate sono frutto del confronto, della partecipazione e della condivisione di tutti i soci del Circolo Fotografico Veronese (anche di quelli che non hanno partecipato al concorso). L'unità di un gruppo è la forza per ottenere dei buoni risultati. Questo riconoscimento, inoltre, assume un significato particolare per il momento difficile e particolarissimo in cui il concorso fotografico si è svolto. L’evento poteva essere annullato e rimandato a data da destinarsi come accaduto per molte altre iniziative, anche più importanti. FIAF ha voluto mantenere il concorso, pur se non ci saranno premiazioni ufficiali e festeggiamenti, proprio per sostenere lo spirito di comunità associativa e mantenere un atteggiamento positivo e fiducioso. In questo caso la tecnologia ben utilizzata si dimostra un mezzo che consente di accorciare le distanze e attenuare l’isolamento che tutti stiamo vivendo in questa drammatica emergenza. Ed è anche con questo spirito che il Circolo Fotografico Veronese ha voluto partecipare alla competizione».

Il Circolo Fotografico Veronese è attivo come associazione culturale dal 1956 e, nel corso dei 64 anni di attività, ha conseguito importanti riconoscimenti e realizzato progetti significativi per la città di Verona. Si ricorda qui l’organizzazione del “Premio Verona” svoltosi in collaborazione con il Comune di Verona fino al 2012. È stato il più partecipato in Italia tra i concorsi con patrocinio Fiaf, con esposizione delle opere al Centro Internazionale di fotografia Scavi Scaligeri e la pubblicazione di cataloghi di alto pregio e contenuto artistico. Nel 2017 ha visto la luce “Verona Sud, l’altro cuore della città” un articolato progetto di ampio respiro, in partnership con la 5^ Circoscrizione del Comune di Verona. Svolto nell’arco di 15 mesi, ha documentato la dimensione sociale, economica e culturale del territorio di Verona Sud. Una selezione di 300 opere è stata raccolta in un libro fotografico ed esposta in varie mostre. Attualmente il Circolo Fotografico Veronese è impegnato nel progetto “Il presente nel contesto urbano della città di Verona”, evento fortemente voluto dall’Assessore Marco Padovani, in collaborazione con l’amministrazione comunale, Assessorato al Decentramento e il sostegno di Fondazione Cattolica.

Il progetto si pone la finalità di rappresentare e raccontare la realtà del vivere la nostra città - Verona - nella contemporaneità. Avviato nel 2019, è previsto si sviluppi nell’arco di un triennio con la realizzazione di mostre e la pubblicazione di cataloghi e di un’opera editoriale che raccolga gli scatti realizzati da socie e soci fotoamatori del Circolo Fotografico Veronese. Attraverso lo sguardo attento, sensibile e creativo del fotografo, il progetto cercherà di raccontare per immagini le trasformazioni che, nel tempo presente, incidono nel tessuto cittadino, nelle relazioni, nei modelli sociali, negli stili di vita, sui modelli economici e produttivi senza dimenticare gli effetti sull’ambiente. Un progetto che, nella potenza delle immagini, vuole racchiudere una significativa memoria del tempo presente nella città tutta, dal centro alle periferie, la città che abitiamo e amiamo.

Gli incontri del Circolo Fotografico Veronese si tengono il venerdì dalle 21 alle 23 presso la Sala Civica San Giacomo, Via delle Menegone, 6 - Verona (adiacente il Policlinico di Borgo Roma) e sono aperti a tutti. Il calendario degli appuntamenti è pubblicato sul sito internet www.cfvr.it e sulla pagina fb Circolo Fotografico Veronese BFI. In questo periodo gli incontri in presenza sono sospesi ma i soci proseguono le loro attività settimanali utilizzando le piattaforme on line. Chi fosse interessato a ricevere aggiornamenti sulle attività del Circolo Fotografico Veronese può iscriversi alla newsletter utilizzando la sezione dedicata sul sito internet www.cfvr.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Circolo Fotografico Veronese al primo posto nel 3° Gran Premio Italia 2020

VeronaSera è in caricamento