​Le celebrazioni per il 200° anniversario dalla nascita di Don Vinco

Il programma prevede numerose iniziative che si terranno nel Comune di Cerro, tra cui mostre permanenti e percorsi espositivi, un docu - film sulla vita del missionario, conversazioni con esperti della materia e concerti di musica africana

Presentazione delle iniziative per il 200° anniversario dalla nascita di Don Vinco

Dalla Lessinia alle regioni del Nilo. Si è aperto dal 29 maggio scorso il ricco calendario di eventi per festeggiare il 200° anniversario dalla nascita di Don Angelo Vinco, sacerdote, missionario, geografo ed esploratore dell’Africa centrale, originario di Cerro Veronese.

Il programma prevede numerose iniziative che si terranno nel Comune di Cerro, tra cui mostre permanenti e percorsi espositivi, un docu - film sulla vita del missionario, conversazioni con esperti della materia, concerti di musica africana, un’appendice del Festival di Cinema Africano e tanto altro. A dare inizio agli appuntamenti sarà, sabato 1° giugno, al teatro di Cerro alle ore 9.30, la presentazione dell’opera multimediale “Don Vinco: storia di viaggi e incontri. La prima forma di solidarietà è la lingua”, realizzata dalle classi della scuola secondaria di primo grado di Cerro.

Il missionario, nato il 29 maggio 1819 in Lessinia, fu tra i primi ad esplorare i territori intorno alle sorgenti del Nilo, che nella prima metà del Novecento erano ancora largamente sconosciuti. Le annotazioni lasciate da Angelo Vinco costituirono una testimonianza e una documentazione importanti per tutti gli esploratori che vennero in seguito. Quest’anno, ricorrono inoltre i 100 anni dalla fondazione della diocesi di Juba, la capitale di cui il sacerdote è considerato il padre spirituale.

Il progetto è stato realizzato da un Comitato organizzatore presieduto dalla parrocchia di Cerro Veronese, con la partecipazione dei Comuni di Cerro, Verona e Grezzana, in collaborazione con il Museo africano, l’Istituto Don Mazza e il Centro missionario diocesano. Media partner dell’evento sono l’associazione Nigrizia e Pantheon Verona Network.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dall’assessore alla Cultura Francesca Briani. Presenti anche don Franco dal Dosso e Nadia Maschi, rispettivamente il parroco e il sindaco di Cerro; Marco Zanchi, del Comitato organizzatore; don Domenico Romani, dell’Istituto Don Mazza; padre Elio Boscaini, giornalista di Nigrizia; Rosa Maria Conti assessore alla Cultura del Comune di Grezzana; Alessio Percoli, dirigente scolastico dell’Istituto Bosco Chiesanuova e Cerro; Franco Rancan, presidente di Bim Adige; Franca Conti di IAT Lessinia/Lessinia 4U.

«Un’iniziativa di grande interesse – ha affermato l’assessore - che valorizza la vita e l’operato di un’importante figura storica, don Angelo Vinco, forse poco conosciuta in questi anni. Verona sostiene con piacere l’ampia programmazione di iniziative organizzate, sia per il legame di don Vinco con la città, sia per l’importante rapporto di collaborazione che ormai esiste tra i Comuni che partecipano alle celebrazioni». Programma iniziative ed informazioni sul sito www.donangelovinco.org

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

Torna su
VeronaSera è in caricamento