A Bardolino il rilancio passa per l'estate del Chiaretto con 4 weekend speciali

Sul Lago di Garda quattro weekend dedicati al Chiaretto di Bardolino, il vino rosa principe della costiera. Il sindaco Sabaini: «Abbiamo il coraggio e la forza per dare il primo segnale di ritorno alla normalità, tra i primi in Italia»

Chiaretto

La Fondazione Bardolino Top riparte con "L’Estate del Chiaretto di Bardolino", un mese di appuntamenti nel paese e nell’entroterra per festeggiare l’arrivo della bella stagione e omaggiare il vino rosa principe della costiera veronese del Lago di Garda, in collaborazione con il Consorzio di Tutela Chiaretto e Bardolino e il Comune. Dopo una primavera di chiusura forzata, dunque, Bardolino si rimette in moto e si prepara ad accogliere le migliaia di turisti e visitatori che abitualmente frequentano il paese, mettendo in piedi una serie di eventi con lo scopo di promuovere il territorio e le sue peculiarità.

Prima tappa di questo percorso sarà domenica 21 giugno con “Note Rosa a Bardolino”, tre punti allestiti a tema tra il centro storico del capoluogo e la frazione di Cisano in cui si esibiranno altrettanti gruppi musicali, una sorta di anticipazione di quello che verrà poi nei weekend successivi.

Il 27 e 28 giugno, infatti, si terrà la prima edizione di “Chiaretto Bardolino On the Road”, quattro percorsi di degustazione enologica e gastronomica da percorrere rigorosamente a piedi che si snoderanno tra le colline e il centro storico, coinvolgendo le cantine produttrici e le associazioni di volontariato. Ogni gruppo, formato al massimo da 25 persone, partirà a distanza di un’ora dal successivo e in ogni tappa prevista sul percorso potrà degustare un bicchiere di Chiaretto di Bardolino accompagnato da un piatto tipico. Tutti i gruppi saranno accompagnati da una guida che garantirà il rispetto delle norme di distanziamento sociale. In fase di prenotazione si potrà scegliere tra il tour “La Rocca”, “Cisano”, “Calmasino” o “Bardolino”, tutti della durata simile di circa 3 ore e di 6 km, potendo godere di magnifici scorci sul lago e scoprendo angoli di territorio poco conosciuti ma dal grande fascino.

L’evento sarà accessibile solo su prenotazione e la caccia al ticket è già aperta su www.bardolinotop.it: «Credo di poter dire con buona consapevolezza che si tratta del primo evento dedicato al mondo del vino e a partecipazione popolare organizzato in Italia dopo l’emergenza sanitaria – ha spiegato Lauro Sabaini, sindaco di Bardolino – Questo è un segnale importante non solo per la ripresa delle attività, ma anche una garanzia che Bardolino vuole tornare a correre e ad essere un punto di riferimento per il turismo e gli eventi. La Fondazione da questo punto di vista non si è tirata indietro e sta proseguendo nella sua attività per riportare visitatori e turisti nel nostro magnifico territorio».

Terza tappa dell’Estate del Chiaretto sarà quella del 4/5 luglio con “Chiaretto in Cantina” dove, grazie alla collaborazione con il Consorzio di Tutela Chiaretto e Bardolino, sarà possibile visitare le cantine del Bardolino e assaggiare i loro prodotti, prenotando la visita direttamente alle aziende aderenti. L’elenco potrà essere consultato sul sito della Fondazione Bardolino Top e su quello del Consorzio: «Poter contare sulla squadra è fondamentale in questo momento – ha spiegato Ivan De Beni, presidente della Fondazione Bardolino Top – e fortunatamente a Bardolino non è mai mancato questo spirito che ora ci permette di rimetterci in piedi e tornare a correre».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quarta tappa, quella conclusiva, sarà “Chiaretto in Centro” dedicata ai ristoranti e ai bar del territorio. L’11 e 12 luglio, tutte le attività aderenti saranno contraddistinte dal rosa e si potrà degustare il Chiaretto di Bardolino nei calici che omaggiano il vino rosa: «L’intenzione è quella di ringraziare il visitatore con un piccolo omaggio che gli ricordi Bardolino e i suoi appuntamenti – ha spiegato Carlotta Bonuzzi, consigliere con delega alle manifestazioni del Comune – per cui tutti quelli che chiederanno di poter degustare il Chiaretto di Bardolino nei locali lo potranno fare nel calice commemorativo che poi si porteranno a casa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

  • Innamorata di un ragazzo, genitori non approvano e la tengono chiusa in casa

  • Maxievasione fiscale: sequestrati denaro e beni per 1,4 milioni di euro

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 25 al 27 settembre 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento