Tornano i Concerti Brunch al Teatro Ristori in compagnia dell'Ars Trio di Roma

Domenica 28 gennaio, alle ore 11.00, terzo appuntamento de I Concerti Brunch, la nuova iniziativa concertistico-conviviale della Stagione 2017-2018 del Teatro Ristori di Verona, con l’Ars Trio di Roma, unico ensemble italiano vincitore del Concorso Internazionale “Premio Trio di Trieste”, in un concerto dedicato alla musica francese di Ravel e Debussy, di cui quest’anno ricorrono i cento anni dalla morte.

Dopo l’ascolto di questo programma molto affascinante, si potranno gustare le specialità eno-gastronomiche proposte, ma sarà anche un’opportunità per condividere alcuni momenti con gli artisti, per socializzare, incontrarsi e confrontarsi.

Domenica 28 gennaio l’Ars Trio di Roma, unico ensemble italiano vincitore del Concorso Internazionale “Premio Trio di Trieste”, che propone un programma estremamente raffinato dedicato alla musica francese di Ravel e Debussy, di cui quest’anno ricorrono i cento anni dalla morte.

Il programma nel dettaglio

  • C. Debussy, Trio per violino, violoncello e pianoforte in Sol Magg.
  • C. Debussy, Sonata per violino e pianoforte in sol min. L 140
  • M. Ravel, Trio per violino, violoncello e pianoforte in la min.

Fin dal suo esordio nel 2001, l’Ars Trio di Roma si è imposto come una delle formazioni più interessanti del panorama italiano. Perfezionatosi sotto la guida del Trio di Trieste presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena (con Diploma d’Onore al termine del corso), nello stesso anno l’Ars Trio di Roma consegue anche il 1° Premio nel Concorso Internazionale “Città di Pinerolo” e il 1° Premio assoluto nel prestigioso Concorso Internazionale “Premio Trio di Trieste” di Trieste, ultimo ensemble italiano ad aver conseguito tale riconoscimento.

Da allora l’Ars Trio è stato ospite di importanti associazioni concertistiche italiane, tra le quali: Amici della Musica di Firenze, Amici della Musica di Vicenza, Amici della Musica di Padova, Amici della Musica di Verona, Amici della Musica di Palermo, Società dei Concerti di Mantova, Asolo Musica-Veneto Musica di Asolo, il Teatro Nuovo “Giovanni da Udine”, l’Accademia Filarmonica di Rovereto, Società dei Concerti di Parma, Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”, Filarmonica Laudamo di Messina, Festival delle Nazioni di Città di Castello, Società del Quartetto di Bergamo, Gog di Genova, Bologna Festival, Istituzione Universitaria dei Concerti – IUC, Roma, Società Filarmonica di Trento, Ass. Chamber Music di Trieste. Per Radio3 Rai si è inoltre esibito nella rassegna de “I Concerti del Quirinale”, trasmessi in diretta radiofonica nazionale ed europea.

Intensa anche l’attività all’estero: nell’anno successivo al debutto, il 2002, su invito del Cidim il Trio è stato impegnato in una lunga tournée in Sud America (Cile, Argentina, Uruguay e Brasile), dove si è esibito in grandi teatri (Teatro Coliseo di Buenos Aires, Teatro El Circulo di Rosario, Teatro Argentino di La Plata, Teatro Oriente di Santiago del Cile, Sala Balzo di Montevideo, Canal da Musica di Curitiba) con diretta radiofonica nazionale a Montevideo e diretta televisiva per la Radio Televisione brasiliana Tv Globo di Rio de Janeiro. E ancora, negli anni successivi, il Trio è stato invitato ad esibirsi presso la Sala Martinu-Palazzo Lichtenstejn di Praga (Cecoslovacchia), la Sala delle Colonne della Filarmonica di Kiev (Ucraina), la Stephaniensalle di Graz (Austria), ed ha partecipato ad importanti  festival in Germania quali il Scharwenka Festival di Lubecca ed il Bachfest di Lipsia.

Forte di un repertorio completo che spazia dal classico al moderno (Mozart, Beethoven, Brahms, Schubert, Schumann, Dvorak, Ravel, Shostakovic) il Trio è da sempre molto attento anche alla musica contemporanea, eseguendo regolarmente in programma autori come Copland, Shchedrin, Kagel e Henze; nel 2005 ha eseguito in prima esecuzione assoluta il Triplo Concerto per violino, violoncello, pianoforte e orchestra di Michele Dall’Ongaro, composizione espressamente dedicata all’Ars Trio di Roma. Nel 2007 il Trio ha eseguito in prima italiana il Segundo Trio di Luis De Pablo.

Nel 2006, la rivista Amadeus ha dedicato la propria copertina all’Ars Trio di Roma, interprete dell’incisione dell’integrale delle opere per trio di Shostakovic pubblicata dal mensile. Di rilievo la tournée in Cina (2014) che ha portato l’Ars Trio ad esibirsi presso le più importanti istituzioni concertistiche nelle città di Pechino (Sunrise Concert Hall e Mong Man Wai Hall), Tianjin  (Tianjin Concert Hall), Yangzhou (Yangzhou Concert Hall), Chongqing (Chongqing Guotai Arts Center),

Shanghai (Shanghai Oriental Art Center), Shanghai  (Shanghai City Theatre). Per l’etichetta Limen Music Production il Trio ha inciso l’ integrale dei Trii di Beethoven in CD e DVD. I componenti del Trio svolgono regolari Masterclass presso l’Accademia Internazionale Musicale di Roma. L’Ars Trio di Roma è coinvolto nella promozione e diffusione musicale anche come direzione artistica ed organizza il ChRomatica Festival di Roma.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • "La Traviata", l'ultimo capolavoro di Zeffirelli con Fondazione Arena

    • dal 14 marzo al 14 aprile 2021
    • Teatro Filarmonico
  • "Idilli musicali", il quarto concerto della Stagione Sinfonica dal Teatro Filarmonico

    • Gratis
    • dal 2 al 17 aprile 2021
    • Online

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Passeggiata guidata a Verona sulle colline degli Asburgo

    • solo oggi
    • 11 aprile 2021
    • Ritrovo davanti alla Chiesa di San Giorgio in Braida
  • Alla Galleria d'Arte Moderna la mostra dedicata a Ugo Zannoni a Verona

    • dal 2 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • Palazzo Maffei Casa Museo a Verona propone "La scienza nascosta nell'arte"

    • Gratis
    • dal 13 novembre 2020 al 15 giugno 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeronaSera è in caricamento