Martedì, 26 Ottobre 2021
Cinema

"Un angelo all'inferno": il cinema di Gaburro arriva in Provincia

La pellicola, che sarà girata interamente tra Verona e Desenzano, ha come tema centrale le dipendenze giovanili. Protagonista assoluto il grande attore Giancarlo Giannini

Ha per titolo “Un angelo all’inferno” il film che verrà girato interamente tra Verona e Desenzano  e le cui riprese inizieranno il prossimo 24 settembre. Prodotto da Nuova Media Italia srl  con la partecipazione della regione Veneto in collaborazione con le ULSS ( capofila la USSL 20 di Verona ) e il patrocinio del Ministero della Salute, il film è il quarto di una serie già realizzata avente come soggetto importanti temi sociali. Dopo i primi tre dedicati rispettivamente alla donazione degli organi, all’alcolismo e alla salute mentale, questo ha per tema le dipendenze giovanili. Con protagonista assoluto l’attore Giancarlo Giannini, il film verrà presentato in anteprima al Palazzo della Gran Guardia di Verona il 9 febbraio del prossimo anno e quindi trasmesso in prima serata da RAI 1.

La vicenda narrata intende mettere in risalto la drammaticità di certe situazioni di grave disagio in ambito familiare quando uno dei suoi componenti cade vittima della dipendenza e si ignorano, per pudore e senso di vergogna, competenza e professionalità di chi opera nelle strutture messe a disposizione dalle Aziende socio sanitarie. Regista, come per i tre precedenti della serie, sarà Bruno Gaburro, direttore della fotografia Sergio Rubini, musiche originali di Mattia Capitini. Come per le passate edizioni, dopo la programmazione RAI, il film vedrà una successiva declinazione territoriale tramite le emittenti private più qualificate e sarà, a cura delle Aziende socio sanitarie del Veneto, proiettato anche nella scuole dove non mancherà di suggerire interessanti dibattiti tra gli studenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un angelo all'inferno": il cinema di Gaburro arriva in Provincia

VeronaSera è in caricamento