Il Bruno Marini trio live al Cohen Verona

Bruno Marini trio in concerto al Cohen Verona giovedì 21 dicembre.

Cena dalle 20.00 - COMPRESO CONCERTO € 15 (antipasto + primo +acqua +caffè)
Concerto dalle 21.30 - SOLO CONCERTO € 10 con consumazione compresa
PRENOTAZIONI: 0458949522 WHATSAPP 3473234011

Bruno Marini, cinquantanovenne sassofonista, flautista, clarinettista basso, organista, pianista e compositore presenta al Cohen Jazz Club il nuovo lavoro appena registrato con Chubby Jones al basso e B.C. Bag alla batteria, che sarà disponibile in formato digitale tra un paio di settimane. Da giovanissimo Marini aveva rivolto la sua attenzione soprattutto verso la musica improvvisata ed il jazz d'avanguardia partecipando anche a prestigiosi festival come quello di Moers in compagnia dei più significativi musicisti dell'avanguardia italiana, per poi concentrasi sul jazz più legato alla tradizione boppistica e soprattutto alla composizione.

L'idea di suonare in un trio con contrabbasso e batteria risale parecchi anni fa, come testimoniano i due ellepì registrati per l'etichetta veronese LMJ "Love me or leave me" del 1988 e "West of the blues" del 1991. Da lì a poco Bruno Marini iniziava a suonare l'organo hammond (ottimo il suo cd "Hammond Blood" del 1994) nello stile dei grandi organisti come Jack McDuff, Jimmy Smith o Baby Face Willette per citarne tre. Una delle peculiarità della musica di Bruno Marini è senz'altro quella di comporre brani rivolgendo il suo guardo a suoni del jazz come detto più classico, ed un'altra è quella di mettere a disposizione al pubblico le sue registrazioni non più in forma fisica ma solamente in quella digitale, e questa è una scelta che nel mondo del jazz pochi fanno.

Di fatto e forse anche grazie a questa possibilità di raggiungere la sua musica ovunque ci sia un computer ed un collegamento internet, Bruno Marini è paradossalmente più conosciuto negli Stati Uniti ed in Europa che in patria, e nella sua lunga quarantennale carriera ha avuto la possibilità si suonare con alcuni tra quelli che la storia del jazz la conoscono bene, anzi benissimo avendone fatto parte: citiamo solo Jack McDuff, Shirley Scott, Steve Lacy, Gary Bartz, Benny Golson, Sal Nistico, Nat Adderley, Kenny Burrell, Mal Waldron, Donald Garrett, Bobby Durham, Albert «Tootie» Heath, Jimmy Carl Black.e, In ambito classico, ha avuto il prestigiosissimo incarico di solista del compositore classico contemporaneo Luciano Berio.

(fonte Facebook)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • "La Traviata", l'ultimo capolavoro di Zeffirelli con Fondazione Arena

    • dal 14 marzo al 14 aprile 2021
    • Teatro Filarmonico
  • "Idilli musicali", il quarto concerto della Stagione Sinfonica dal Teatro Filarmonico

    • Gratis
    • dal 2 al 17 aprile 2021
    • Online

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Alla Galleria d'Arte Moderna la mostra dedicata a Ugo Zannoni a Verona

    • dal 2 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • "Lavatoi, busi e...sparasine", escursione guidata tra gli angoli suggestivi di Avesa

    • 18 aprile 2021
    • Appuntamento in Via Messer Ottonello, dietro la Chiesa di San Martino ad Avesa
  • Palazzo Maffei Casa Museo a Verona propone "La scienza nascosta nell'arte"

    • Gratis
    • dal 13 novembre 2020 al 15 giugno 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeronaSera è in caricamento