rotate-mobile
Eventi

Anche Verona ricorda la caduta del Muro

La mostra celebra "L'Europa unita- un sogno che diventa storia"

E' stata inaugurata dall'assessore all'Istruzione della Provincia di Verona Marco Luciani e dal consigliere comunale Ciro Maschio la mostra "L'Europa unita- un sogno che diventa storia", organizzata, in occasione del ventennale della caduta del muro di Berlino, dall'associazione culturale Identità Europea.

La mostra è allestita nel Foyer del Teatro Nuovo con ingresso dal Cortile di Giulietta di via Cappello e sarà visitabile con ingresso libero fino a domenica 15 novembre dalle ore 16 alle ore 19 e la mattina, solo per le scuole, previa prenotazione telefonica al numero 045-9288872.

Costituita di pannelli iconografici, la mostra permette di cogliere le varie fasi del processo di costruzione dell’Unione Europea, che inizia nel secondo dopoguerra e che riprende sia una rete di stimoli a provocazioni culturali e politiche risalenti all’indomani della Grande Guerra, sia un' idea forza che affonda le proprie radici nell’antichità e nel Medioevo. Un contributo per far conoscere la storia del processo di costruzione di un’Europa unita, la volontà dei suoi Padri, i progetti attuali. Una conoscenza che costituisce la base essenziale per poter diventare effettivamente cittadini europei. L'intero progetto culturale prevede anche la donazione alle oltre 80 biblioteche veronesi di alcuni volumi sulla storia europea e sul suo lungo percorso vero l'unità.

“Quella di oggi è una data storica – ha detto l'assessore Luciani -. Oltre alla fine della Guerra fredda e della cortina di ferro, la caduta del muro di Berlino ha segnato il crollo di un regime totalitario, quello del comunismo sovietico che ha lasciato oltre 100 mila morti nella sua storia. Invito i veronesi che siano in centro durante questa settimana a visitare, anche se velocemente, la mostra perché si evidenzia bene l'evoluzione storica dell'unità europea. Rivolgo l'invito soprattutto ai giovani che, come me, hanno avuto la fortuna di nascere in un mondo libero. A loro ricordo che la libertà, a volte, non è un bene così scontato. Va pertanto difesa e custodita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Verona ricorda la caduta del Muro

VeronaSera è in caricamento