rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Eventi

Al Nuovo la commedia "Se no i xe mati, no li volemo"

Il 12, 13 e 14 gennaio il capolavoro teatrale di Gino Rocca, tra umorismo e amarezza

Se no i xe mati, no li volemo è senza dubbio il capolavoro teatrale di Gino Rocca. Il testo fu rappresentato per la prima volta nel 1926. E' una commedia amara e divertente. Un testo sorprendente che liquida il mito della provincia semplice e bonaria e ne svela invece, senza pietà, la faccia torbida e violenta con grande ironia.

Tutta la commedia è dominata da un fondo melanconico e nostalgico, tuttavia la poesia di Rocca è mitigata da gustose e continue pennellate umoristiche. Grande è la capacità dell'autore di bilanciare momenti comici a intensi momenti drammatici. Un testo asciutto, privo di retorica, da recitare con grande "verità". Un linguaggio concreto e colorato, il Veneto di terraferma, ben lontano da quello lagunare di Goldoni, Gallina e Selvatico e comprensibilissimo anche per gli spettatori non veneti. Un dialetto dotato di immediatezza, spontaneità, fedeltà alla vita.

Tre grandi personaggi in un nebbioso crepuscolo di provincia. Tre uomini che si riveleranno messi alle strette dalla venuta del nuovo che avanza in una società che sarà costretta ad entrare nel secondo conflitto mondiale pochi anni dopo. Tre creature che si difendono come possono dai colpi del destino. I tre protagonisti soli o delusi negli affetti, in difficoltà economica, sono costretti a recitare beffardamente la parte di giovanotti spericolati per poter salvare un'eredità. Alla senilità si sovrappone, così, il tema ancora più moderno della finzione, della maschera da imporre sarcasticamente al vero volto, come forma grottesca di difesa e di deformazione dell'autentica verità dell'anima.

In queste tre serate gli spettacoli iniziano alle 21.00. I biglietti costano 12 euro per la seconda galleria, 15 euro per la prima galleria, 23 euro per la balconata e 26 euro per la platea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Nuovo la commedia "Se no i xe mati, no li volemo"

VeronaSera è in caricamento