menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Siglato l'accordo triennale tra Veronafiere e LodInnova

La partnership durerà un triennio e prevede che l'ente fieristico veronese si occupi della gestione commerciale degli spazi espositivi del quartiere di San Grato in cambio di una quota sul margine realizzato

E’ stato formalizzato oggi, presso la sede della Provincia di Lodi, l’accordo tra Veronafiere e LodInnova. Alla firma erano presenti Pietro Foroni, Presidente della Provincia di Lodi e socio di maggioranza di LodInnova, Giovanni Mantovani, Direttore Generale di Veronafiere, e Sandro Bicocchi, Amministratore Delegato di LodInnova.

I DETTAGLI DELL'ACCORDO - La partnership prevede, per il prossimo triennio, che Veronafiere si occupi della gestione commerciale degli spazi espositivi del quartiere di San Grato, oltre che dell’organizzazione di tutti gli eventi con l’obiettivo, al 2014, di sviluppare 10 manifestazioni B2C per un fatturato stimato di 1,5 milioni di euro. A Veronafiere verrà riconosciuta una quota percentuale sul margine realizzato e la possibilità di gestire in esclusiva il quartiere di Lodi per tutto il semestre maggio-ottobre 2015, in concomitanza con l’Expo.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI - “L’accordo di oggi – spiega Pietro Foroni, Presidente della Provincia di Lodi - è il naturale punto d’arrivo della politica di valorizzazione messa in campo per il nostro quartiere fieristico. Il DNA del nostro territorio è prevalentemente agroalimentare e rappresenta la ricchezza del lodigiano, con grandi potenzialità. L’accordo con Veronafiere, permetterà una sostanziale crescita del nostro polo fieristico e un significativo potenziamento delle offerte fieristiche del nostro calendario, permettendoci così di confrontarci e competere con realtà più grandi e più forti. Nel panorama lodigiano, l’appuntamento più rilevante sarà con Expo 2015 che vedrà il nostro territorio come importante protagonista dell’evento e grazie all’accordo di oggi potrà anche contare sul supporto di una partnership forte e autorevole. In più, il nostro territorio potrà avvalersi del supporto del Parco Tecnologico Padano, centro di eccellenza per la ricerca e lo sviluppo dell’agricoltura del futuro e dei nuovi processi della filiera agroalimentare che, grazie all’accordo siglato nel 2010 è già partner di Expo 2015”.

“Crediamo molto nelle potenzialità del quartiere espositivo di Lodi – afferma Giovanni Mantovani, Direttore Generale di Veronafiere -. La sua posizione strategica, a pochi chilometri da Milano e in prossimità di una rete viaria ben articolata anche sulle direttrici pavese, cremonese ed emiliana, coniugata con la capacità maturata da Veronafiere quale leader nell’organizzazione diretta di eventi rappresenta un’importante opportunità”

Ettore Riello, Presidente di Veronafiere aggiunge: “L’accordo ha una valenza strategica per tutti poiché Veronafiere ha un know-how specifico nell’agroalimentare, comparto che presidiamo con il 45% per cento dell’intera offerta fieristica nazionale, e la vocazione territoriale del lodigiano e delle aree limitrofe è fortemente caratterizzata da questo settore, per questo riteniamo che si aprano per tutti grandi prospettive”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento