menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giorgio Squinzi ospite a Gazzo Veronese: "L’Italia ha tutte le potenzialità per tornare a crescere"

Il presidente di Confidustria, insieme al Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, ha presenziato presso lo stabilimento Verallia Saint-Gobain all'inaugurazione del nuovo Forno 73

Il Gruppo Saint-Gobain Italia ha inaugurato oggi presso lo stabilimento Verallia Saint-Gobain di Gazzo Veronese, il nuovo Forno 73, impianto tecnologicamente all’avanguardia dedicato alla produzione di bottiglie in vetro che, a regime, garantirà una capacità produttiva di oltre 1 milione di contenitori in vetro cavo al giorno (pari a circa 270 milioni di lt/anno di vino e spumante imbottigliati).

Frutto di investimenti per 65 milioni di euro, il nuovo forno fusorio dello stabilimento veronese rientra tra le opere incluse nel più ampio piano pluriennale di investimenti di Saint-Gobain in Italia dal valore complessivo di oltre 200 milioni di euro, avviato nel 2011 con l’importante rilancio del polo produttivo di Pisa, storico stabilimento di Saint-Gobain Glass per la produzione di vetro piano per l’edilizia. Gli investimenti hanno coinvolto buona parte dei 31 stabilimenti del Gruppo distribuiti sul territorio nazionale, al fine di mantenere le attività ai massimi livelli di efficienza e adeguate ai più moderni standard produttivi e di sostenibilità.

Il completamento del nuovo impianto di Gazzo Veronese ha comportato uno sforzo ingegneristico e costruttivo rilevante in ragione delle sue dimensioni (144 metri quadri di ampiezza) e delle tecnologie implementate nella struttura. Nella sua realizzazione sono state coinvolte 130 aziende esterne, con 200 operai quotidianamente al lavoro nel cantiere, la posa di 34 km di tubature e la stesura di 167 km di cavi.

Il forno servirà le esigenze delle tante eccellenze del settore vitivinicolo localizzate su tutto il territorio nazionale e impegnerà nella sua gestione 100 dipendenti dedicati sui 230 dello stabilimento, a cui sono state erogate oltre 6.000 ore di formazione in fase di start up.

La volontà del Gruppo Saint-Gobain di ottimizzare la forza produttiva di Verallia in Italia, oggi pari a circa 10 milioni di contenitori al giorno, emerge in tutta evidenza dalle performance attese e dall’impiego di soluzioni tecnologiche all’avanguardia. Con oltre 1 milione di contenitori prodotti al giorno, il controllo sulla qualità sin dalla fase iniziale di formatura e la possibilità di diversificare la produzione annua in una gamma di 200 contenitori diversi, il Forno 73 consentirà allo stabilimento Verallia Saint-Gobain di Gazzo Veronese di razionalizzare i costi e rafforzare, nel contempo, il suo profilo di eccellenza qualitativa.

La nuova struttura, inoltre, garantirà una maggiore efficienza anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale, grazie all’impiego in produzione di un tasso medio di vetro riciclato superiore all’80% e all’abbattimento del 50% delle emissioni di CO2 dell’intero sito. In concreto, il nuovo forno fusorio permetterà il risparmio di circa 48.000 tonnellate di CO2 l’anno, pari alla quantità emessa da circa 27.000 auto euro4 che percorrano 15.000 km all’anno.

“L’inaugurazione del nuovo forno nello stabilimento di Gazzo Veronese dimostra, ancora una volta, come l’Italia rappresenti una realtà territoriale su cui il Gruppo Saint-Gobain continua a credere e investire, nonostante il clima di incertezza generale derivante dalla congiuntura economica negativa - ha spiegato Gianni Scotti, Presidente di Saint-Gobain Italia - Innovazione, eccellenza produttiva, qualità, tradizione: questo nuovo impianto racconta molto di ciò che Saint-Gobain è stata nei suoi 125 anni di storia nel Paese, e di quanto ancora possa offrire, per continuare ad essere un’impresa rilevante, capace di guardare al futuro e di costruirlo. Anche in Italia”.

"È questo il modello imprenditoriale del futuro – ha affermato il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti - che coniuga altissima tecnologia, occupazione qualificata, grande professionalità ed elevate performance sotto il profilo della sostenibilità ambientale. L’uso in questo stabilimento dell’80% di vetro riciclato è un passo importante in direzione di quella economia circolare in cui le materie prime vengono riciclate e rinnovate in un processo produttivo ambientalmente ed economicamente virtuoso. Se a ciò aggiungiamo anche l’abbattimento decisivo delle emissioni di Co2, possiamo davvero dire che sono esperienze come questa che danno fiducia nell’Italia, che indicano la strada vincente per la ripresa del nostro paese”.

“Saint-Gobain prosegue con questo investimento una storia di importante presenza nel nostro Paese. La nuova linea produttiva che abbiamo inaugurato, un unicum in Italia per innovazione e tecnologia, è la prova tangibile che l’industria c’è, che questo Paese ha ancora molto da offrire - ha commentato Giorgio Squinzi, Presidente Confindustria - Se la situazione economica racconta di numeri non positivi, di un Paese sfiduciato e immobile, eventi come questo raccontano invece di numeri positivi, di fiducia, dinamismo. L’Italia ha tutte le potenzialità per tornare a crescere, attrarre investimenti, creare lavoro: ma l’unica strada è puntare sull’industria, su quel patrimonio eccezionale di capacità imprenditoriali e di lavoro che ha fatto grande questo Paese con una passione, una qualità, una creatività che ancora oggi il mondo ci invidia e che non è facile trovare altrove”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento