menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rana alla conquista degli Stati Uniti: il pastificio veronese e lo stabilimento nell'Illinois

"In sette mesi si è partiti da un capannone vuoto per realizzare una fabbrica attiva, con un centinaio di addetti. In Italia ci vogliono sette anni e una ottantina di autorizzazioni". Così Gianluca Rana sintetizza l'esperienza americana

“In sette mesi si è partiti da un capannone vuoto per realizzare una fabbrica attiva, con un centinaio di addetti. In Italia, invece, ci vogliono sette anni e una ottantina di autorizzazioni”.

Così Gianluca Rana, amministratore delegato del Gruppo Rana sintetizza l’esperienza di internazionalizzazione del pastificio veronese in Illinois, negli Stati Uniti. A due ore d’auto da Chicago, Rana ha realizzato in pochi mesi uno stabilimento con linee produttive di sughi e tortellini, secondo le aspettative del mercato americano. L’imprenditore scaligero racconterà la propria esperienza di business negli Usa nell’incontro “Stati Uniti, un mercato in forte ripresa e su cui investire” , organizzato da Camera di Commercio Verona per giovedì 26 settembre prossimo. Assieme a Rana interverranno i rappresentanti di alcuni stati (Florida, Georgia, Illinois, Iowa, Pennsylvania, South Carolina) che aderiscono al programma SelectUSA, (www.selectusa.gov), che incoraggia e facilita gli investimenti delle aziende estere negli Stati Uniti. Saranno introdotti dal Console Generale degli Stati Uniti d’America, Kyle Scott.

“Gli Usa sono il secondo mercato di destinazione per il vino e per il marmo scaligero e il quarto per i macchinari – commenta il Presidente della Camera di Commercio, Alessandro Bianchi – nel I semestre 2013 vi abbiamo esportato complessivamente 213,3 milioni di euro, il 10,2% in più del I semestre 2012. Sono già il nostro quinto mercato, ma sono ancora tutti da scoprire. Vi si avvia un’impresa in pochi mesi e la normativa societaria e fiscale è orientata ad agevolare la libera iniziativa”.

Per citare qualche esempio tra i sei stati che si presenteranno agli imprenditori veronesi, in Georgia le imprese estere che investono in alcuni settori strategici ricevono un credito d’imposta fino a 4mila dollari per ogni posto di lavoro creato, per un massimo di cinque anni. In Illinois, la tassazione delle aziende è pari al 7% e l’iva (statale) è pari al 6,25%. Lo stato offre cospicui incentivi fiscali nelle oltre 90 “Enterprise Zone”. La South Carolina nel 2012 (fonte IBM Global Location Trends Report) è stata la prima nazionale degli Stati Uniti per posti di lavoro generati dal fondazione o sviluppo di imprese a capital straniero. L’incontro si terrà giovedì 26 settembre prossimo nella sala Transatlantico della sede della Camera di Commercio di Verona, in corso Porta Nuova 96, dalle 14 alle 16,30. Il seminario è aperto a tutte le imprese, previa iscrizione. Per informazioni si può consultare la news nell’homepage del sito www.vr.camcom.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento