menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, Officine Ferroviarie ennesimo atto: ci sono due mesi di tempo per il salvataggio

Sul tavolo al momento due proposte ancora tutte da valutare: la prima è quella di una cordata straniera, una multinazionale asiatica di cui si attendeva un'offerta. La seconda invece è una cordata veronese

Ormai non sono più mesi di battaglia. Ma anni. E si sa: la speranza è l'ultima a morire. Il vecchio adagio sembra funzionare ancora, nel caso delle Ofv, Officine Ferroviarie Veronesi. Quindi uno spiraglio per la storica fabbrica che ha 204 lavoratori in Cassa integrazione. Il Tribunale di Verona martedì ha disposto un termine di 60 giorni (più dei 40 chiesti dal Ministero per lo sviluppo economico) per verificare e promuovere eventuali manifestazione di interesse d'acquisto delle Ofv. Se non arriveranno offerte concrete entro il 18 marzo, la procedura si chiuderà con una sentenza di fallimento.

La disposizione del giudice della sezione fallimentare del Tribunale di Verona, Fernando Platania, ha chiuso un pomeriggio ad alta tensione in cui si è tenuta la prima udienza del caso Ofv. Il rapporto arrivato dal Ministero non ha lasciato spiragli agli operai (la Cig scadrà a maggio) e ai sindacati, poiché ricalcava quasi fedelmente il documento già stilato dal commissario straordinario Bertoni, che non intravedeva i presupporsti per la ripartenza dell'attività della fabbrica. Unica variazione i 40 giorni di tempo per eventuali offerte d'acquisto, diventati 60 per decisione del giudice.

"Il ministro Zanonato davanti ai lavoratori aveva fatto precise promesse, al momento non mantenute - ha dichiarato il segretario generale della Fim-Cisl Massimiliano Nobis - Il documento arrivato dal Mise ci ha spiazzati - ha aggiunto -, per noi le commesse ci sono e con l'aiuto e la volontà di tutti le Ofv possono ripartire". Sul tavolo al momento due proposte ancora tutte da valutare: la prima è quella di una cordata straniera, una multinazionale asiatica di cui si attendeva un'offerta, per il momento non ancora arrivata. La seconda invece è una cordata veronese, che oggi attraverso l'avvocato Riccardo Cinti ha fornito le prime indicazioni al giudice fallimentare.

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento