Allarme aziende: le imprese scaligere le più indebitate del Veneto

Il triste primato della provincia veronese riporta come il 42% delle imprese venete abbia un rapporto di indebitamento finanziario superiore al patrimonio netto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeronaSera

Secondo una recente ricerca di RIA Grant Thornton - società indipendente a capitale interamente italiano, leader nella revisione e organizzazione contabile e member firm italiana di Grant Thornton International - dall'analisi dei bilanci 2011/12, (fonte AIDA), analizzando tutte le aziende con un fatturato superiore ai 5 milioni di euro (più di 7 mila aziende in totale) risulta che il 42% delle imprese venete, ha un rapporto di indebitamento finanziario superiore al patrimonio netto. Di questo 42% - pari a 3.061 aziende - il 28% ha un rapporto di indebitamento molto elevato rispetto al proprio capitale, evidenziando quindi una situazione di squilibrio piuttostopreoccupante.

IL COMMENTO - "Dall'analisi che abbiamo condotto emerge che il 42% delle società oggetto della ricerca hanno delle difficoltà che potrebbero mettere in dubbio la sostenibilità del debito stesso - dichiara Mauro Polin, responsabile Nord Est di RIA Grant Thornton - per contro, sono quasi 2000 imprese, pari al 27% del totale a poter vantare assenza di indebitamento finanziario. Analizzando il campione delle oltre 7mila aziende monitorate suddivise per fasce di fatturato - fino a 10 mln; tra i 10 e i 20 mln e oltre 20 mln - si evidenzia che il 46% delle società con una posizione finanziaria netta superiore ai mezzi propri sono quelle più piccole con un fatturato entro i 10 milioni di euro (1.395 aziende); 733 aziende (24%) quelle con fatturato compreso tra 10-20 mln e 933 pari al 30% le società con fatturato superiore a 20 mln di Euro.

PRIMATO NEGATIVO - A guidare la classifica di indebitamento sono le società della provincia di Verona (45%), seguono Rovigo (44%), Treviso e Vicenza (43%), Venezia e Belluno (41%), Padova (40%). Analizzando le province, il maggior numero di società che hanno un indebitamento superiore al patrimonio netto critico (PNF/Equity > 2) hanno sede nella provincia di Verona (con il 30%), seguono quelle della provincia Venezia e Rovigo (29%), Treviso (28%), Vicenza (27%) chiudono la classifica Padova e Belluno (26%).

Torna su
VeronaSera è in caricamento