Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia Zai / Via Francia, 21C

Mercato immobiliare 2020 di Verona e provincia, compravendite in calo

I dati relativi all'andamento del mercato immobiliare residenziale veronese sono stati resi noti dall’Agenzia delle Entrate

Il 9 giugno scorso, l'Agenzia delle Entrate ha reso noto i dati regionali relativi alle compravendite residenziali effettuate nel Veneto. Il mercato residenziale regionale anche l’anno passato ha rappresentato quasi il 10%, il 9,49% per la precisione, del intero mercato immobiliare italiano, per numero complessivo di compravendite.
Analizzando nel dettaglio la performance della provincia di Verona registrata nel 2020, vi è stato una calo complessivo del 7,6% pari a 10.626 operazioni nell’intera area veronese, rappresentando il primo segno negativo dopo sei anni di andamento positivo.

Verona capoluogo ha fatto registrare un calo più marcato pari all'11,8% ovvero 2.943 contro le 3.334 compravendite dell’anno precedente, dato peggiore del valore medio nazionale pari al -7,7%.
Il primato di operazioni registrate nel 2020 è condiviso dai quartieri di Borgo Milano, Navigatori, Saval, Stadio, ed i quartieri Borgo Venezia, Biondella, mentre il risultato peggiore anche nel 2020 è stato per il territorio rurale ad Est.
Interessante ai fini statistici, da rilevare la forte diminuzione di compravendite registrate nella zona del quartiere di Veronetta, con un -28,6% rispetto al 2019.
A livello di quotazioni medie espresse in euro al metro quadrato, nei vari quartieri di Verona i prezzi hanno registrato mediamente un lieve ribasso dal 2019, con l’area del centro città in lieve ripresa (+2,5). Da segnalare la riduzione del 5,1% delle quotazioni registrate nei quartieri di Chievo, Saval, Borgo Milano, Borgo Nuovo e San Massimo.

In provincia, la macroarea dove si sono registrate il maggior numero di operazioni nel 2020, dietro al capoluogo, come l’anno scorso è stata la Bassa Veronese con una quota del 22,2% ovvero 2.359 compravendite, vantando la quotazione media di 937 euro al metro quadrato. L’area del lago di Garda rimane la zona dove si registrano i prezzi medi più alti dell’intero territorio provinciale veronese relativamente alle quotazioni medie con 2.319 euro al metro quadrato, valore in crescita rispetto al 2019 del 0,2%. Infine in merito al numero di operazioni effettuate nell’intera nostra provincia, quasi tutte le microaree hanno subito pesanti battute d’arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato immobiliare 2020 di Verona e provincia, compravendite in calo

VeronaSera è in caricamento