Economia Villafranca di Verona / Via Quadrato

Verona, crisi Meridiana Fly: il Ministero si "dimentica" e lascia a casa" la Regione. "Inaccettabile"

L'assessore al Lavoro, Elena Donazzan: "Il paradosso è che è stata la stessa azienda ad informarci. Essendo evidente che non possiamo autoconvocarci a Roma, restiamo in attesa che si convochi al più presto un altro tavolo"

Una "mancanza" considerata non proprio bene, data la delicatezza del tema e il futuro delle persone protagonista della vicenda. L'amnesia ha però fatto infuriare chi si attende risposte. Al Catullo come in Regione.“Il Ministero del Lavoro si è ‘dimenticato’ di convocare la Regione Veneto al tavolo della vertenza Meridiana Fly la cui crisi, ricordiamolo, con i 213 esuberi dichiarati dall’azienda ha pesanti ricadute sul territorio veronese. E’ inaccettabile”. Lo dichiara Elena Donazzan, assessore regionale al Lavoro, spiegando che “è stata la stessa azienda ad informarci dell’accaduto. Questo mancato coinvolgimento della massima istituzione regionale ha dell’incredibile. Si mostra, a livello nazionale, una preoccupante mancanza di lucidità nelle vicende delle compagnie aeree, e in particolare, nelle tratte del Veneto. Ciò denota assenza di strategia e poca lungimiranza".

"Val la pena sottolineare – prosegue Donazzan - se qualcuno lo avesse dimenticato, che il Veneto ha il primato delle presenza turistiche in Italia e la Regione ha sempre seguito con grande attenzione e presenza le trattative sindacali che riguardano le aziende del suo territorio”.

“Il paradosso è che è stata la stessa azienda Meridiana ad informarci. Essendo evidente che non possiamo autoconvocarci al Ministero, resto in attesa che si convochi al più presto un altro tavolo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, crisi Meridiana Fly: il Ministero si "dimentica" e lascia a casa" la Regione. "Inaccettabile"

VeronaSera è in caricamento