Economia Bovolone / Piazza Costituzione

Confartigianato Veneto: Bovolone è il comune fiscalmente più attraente della regione

Bovolone con 790,48 punti si colloca al primo posto della classifica elaborata da Confartigianato Veneto per attrattività fiscale. Seguono Zevio, Oderzo, Legnago e Mogliano Veneto.

Bovolone è il Comune veneto più attrattivo dal punto di vista fiscale, almeno secondo la classifica elaborata da Confartigianato Veneto, che prende in considerazione i 52 Comuni della regione con più di 5.000 abitanti e il maggior numero di imprese, attribuendo loro un punteggio di attrattività fiscale sulla base della aliquote Imu, Tasi, Tari o Tares, oneri di urbanizzazione ed altri (con valori normalizzati da 100 a 1000). Bovolone domina la classifica con 790,48 punti seguita da Zevio (762,65), Oderzo (752,88), Legnago (748,85) e Mogliano Veneto (746,56). Sono 26 i comuni che hanno riportato valori al di sopra della media pari a 606,90. Quelli meno virtuosi sono invece Monselice (409,19), Vigonza (379,05) e Rubano (366,88).

La ricerca ha tenuto conto anche di una nuova tassa, la Tasi (i dati esaminati ad aprile non la prevedevano in quanto riferiti al 2013). Con l'introduzione di questo contributo le posizioni di sette comuni capoluoghi di provincia hanno subito dei cambiamenti. Quello che è risultato più attrattivo è Vicenza (636,13, al 22° posto nel ranking), seguito da Verona, 32° (579,07), Treviso 35° (570,97), Belluno 37° (568,13), Padova 40° (541,35), Rovigo 41° (539,99) e Venezia 43° (512,35).

Per quanto riguarda l'Imu, i comuni più virtuosi sono Vicenza, Cittadella, Vigonza, Mogliano Veneto, Scorzè, Negrar, Campodarsego, Bovolone, Valeggio sul Mincio, Zevio e Pieve di Soligo, dove l’aliquota risulta essere pari allo 0,76%. Tra i municipi campione, Venezia, Rovigo, San Bonifacio, Porto Tolle, Piove di Sacco, Adria, San Martino Buon Albergo, Feltre e Pescantina sono quelli con aliquota Imu più elevata (tutti 1,06%).

Il presidente Cna Veneto, Luigi Curto,ha dichiarato a L'Arena: "Le tasse locali sono aumentate del 190% dal 1997. Un incremento di gran lunga superiore a quello nazionale, che si è assestato nello stesso periodo al 42%. Sempre di più un’impresa, in particolare se è piccola, nello scegliere dove localizzarsi prenderà in considerazione, tra le diverse variabili, anche la tassazione locale. È proprio per questo che abbiamo voluto calcolare questo indice di attrattività fiscale dei comuni veneti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confartigianato Veneto: Bovolone è il comune fiscalmente più attraente della regione

VeronaSera è in caricamento