Economia Centro storico / Piazza dei Signori

Comune di Verona e Provincia di Trento, un patto per puntare ancora su turismo e cultura

L'accordo di collaborazione tra i due enti è stato siglato oggi dal sindaco Flavio Tosi e dall'assessore Tiziano Mellarini: "Consentirà di sviluppare azioni di co-marketing per la promozione congiunta dell’offerta turistica"

Un accordo di collaborazione fra il Comune di Verona e la Provincia autonoma di Trento, finalizzato a valorizzare e promuovere l’offerta turistica e culturale dei due territori, è stato sottoscritto oggi a palazzo Barbieri dal Sindaco di Verona Flavio Tosi e dall’assessore alla Cultura della Provincia autonoma di Trento Tiziano Mellarini.

“La firma di questo accordo, che fà seguito ad una delibera di Giunta dello scorso novembre – spiega il Sindaco Tosi – consentirà di sviluppare azioni di co-marketing per la promozione congiunta dell’offerta museale e monumentale, avviare importanti collaborazioni per la stesura di progetti museologici e museografici, oltre a realizzare iniziative turistiche integrate in collaborazione con l’aeroporto Catullo. I nostri due territori, già uniti dal lago di Garda e dall’aeroporto, a servizio del medesimo bacino di utenza, avranno ora la possibilità di lavorare insieme per dare nuovo impulso ai servizi turistici del territorio e per far conoscere le offerte culturali. Siamo certi che questa convenzione, che troverà attuazione già nelle prossime settimane, e certamente prima dell’inizio di Expo, consentirà a entrambe le Amministrazioni di raggiungere risultati importanti. È già in atto una collaborazione con il Muse di Trento, il nuovo Museo della Scienza che sta riscuotendo un incredibile successo di visitatori, dal quale prenderemo spunto per il nostro Museo di Storia Naturale che si sta realizzando a Castel San Pietro”.
“Oltre che con il Muse – ha spiegato l’assessore Mellarini - collaborazioni importanti potranno nascere tra Castello del Buonconsiglio di Trento e Castelvecchio, così come, nell’ambito dell’arte contemporanea, tra il Mart di Rovereto e la Galleria Forti di Palazzo della Ragione. Partnership necessarie perchè oggi turismo e cultura richiedono unione d’intenti e condivisione di sforzi, per raggiungere risultati significativi in grado di soddisfare le esigenze dei visitatori e dei turisti. Come auspicato dal Ministro Franceschini, ci auguriamo anche noi che la cultura torni ad essere motore dell’economia del nostro Paese, per questo abbiamo condiviso in tempi rapidi questa proposta, che potrà svilupparsi ulteriormente abbracciando una più vasta area geografica, che dalla Baviera a nord si estende a sud fino a Modena, rinforzando gli investimenti fatti in passato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Verona e Provincia di Trento, un patto per puntare ancora su turismo e cultura

VeronaSera è in caricamento