Economia Villafranca di Verona / Via Quadrato

Verona, al Catullo c'è il via libera degli azionisti: approvato l'aumento di capitale da 47,5 milioni

Verranno emesse 1 milione e 497mila nuove azioni al prezzo di 31,71 euro, finalizzate a sostenere lo sviluppo infrastrutturale degli aeroporti di Verona e Brescia secondo gli indirizzi del piano industriale

L’assemblea straordinaria degli azionisti di "Catullo Spa", società di gestione degli aeroporti di Verona e Brescia, ha deliberato l’aumento di capitale finalizzato a sostenere lo sviluppo infrastrutturale degli scali secondo il piano industriale e come previsto dal progetto del sistema aeroportuale del Nordest.
 
L’aumento di capitale prevede l’emissione di un massimo di 1 milione e 497mila 922 nuove azioni ordinarie da offrire in sottoscrizione in opzione ai soci, in proporzione alle azioni possedute, al prezzo di 31,71 euro per azione (22 euro a titolo di capitale, 9,71 euro a titolo di sovrapprezzo) per un controvalore di 47milioni e 499mila euro.
 
Al termine dell’operazione prevista entro il 30 ottobre 2014, sarà una realtà concreta il polo aeroportuale del Nordest, che permetterà rilevanti sinergie tra gli aeroporti gestiti per rispondere in modo adeguato alla domanda attuale e futura di traffico del territorio.

 
"La costituzione del sistema integrato di aeroporti - spiega una nota della società Catullo - attribuisce ad ogni scalo un indirizzo di sviluppo in relazione alla rete degli altri aeroporti con cui costituisce un sistema, è destinato ad assumere un rilievo strategico per l’area e l’intero Paese, con importanti benefici per la mobilità e per l’economia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, al Catullo c'è il via libera degli azionisti: approvato l'aumento di capitale da 47,5 milioni

VeronaSera è in caricamento