Economia Zai / Viale del Lavoro

Verona, aprono i padiglioni di Fieragricola: la Politica agricola europea passa per Veronafiere

Da giovedì a domenica il capoluogo scaligero sarà capitale mondiale del settore, all’insegna della sostenibilità, dell’innovazione e della trasversalità. Elementi che incoronano la rassegna fra le principali manifestazioni internazionali

Apre giovedì 6 febbraio la 111esima edizione di Fieragricola, in programma a Verona fino a domenica. Sotto la lente, le opportunità per l’agricoltura italiana ed europea alla luce della Politica agricola comune recentemente approvata e gli scenari futuri sui mercati internazionali, preso atto che la globalizzazione e le dinamiche di crescita di importanti realtà come Cina, Russia e Sudamerica hanno riflessi concreti anche sull’andamento dei listini all’interno dell’Unione europea.

Attese numerose autorità dall’estero, dal ministro agricolo della Lituania, Vigilijus Jukna, al direttore dell’Agenzia governativa facente capo al ministero dell’Agricoltura del Marocco, Mohamed El Guerrouj, al vicedirettore della Commissione Agricoltura di Bruxelles, José Manuel Souza Uva. Quest’ultimo è fra i relatori, insieme agli onorevoli Martina e De Castro, del professor Francesco Marangon, presidente della Società italiana di economia agraria, del convegno inaugurale (ore 11,15, Auditorium Verdi) su "Agricoltura europea tra nuova Pac e mercati globali". Gli interventi saranno preceduti dai saluti del numero uno di Veronafiere, Ettore Riello, del sindaco di Verona, Flavio Tosi, del presidente della Provincia, Giovanni Miozzi, del governatore del Veneto, Luca Zaia. Modera il giornalista Paolo De Debbio.

Fieragricola 2014 a Verona, la 111esima edizione in Fiera

L’Italia è chiamata, nelle prossime settimane, a declinare su scala nazionale i criteri che la Politica agricola comune ha delegato agli Stati membri. Altri Paesi, in misura variabile competitori diretti dell’Italia, hanno già annunciato come si muoveranno. La Spagna ha fissato a 300 euro il limite minimo per la domanda di contributi Pac, la Germania sposterà dal 2015 il 4,5% dei fondi dal primo al secondo pilastro (dagli aiuti diretti allo sviluppo rurale); ai giovani sarà riconosciuto un pagamento addizionale di 50 euro per ettaro nel primo pilastro. Il Regno Unito ha annunciato che non amplierà la «black list» comunitaria sull’agricolture attivo, ma ha pianificato un trasferimento dei fondi dal primo al secondo pilastro del 10,6%, prevedendo di arrivare al 15% nel 2019. La Francia trasferirà il 3% dei fondi dal primo al secondo pilastro e utilizzerà tutto l’aiuto accoppiato – pari al 13% dei fondi assegnati - per la zootecnia da carne (675 milioni di euro) e da latte (140 milioni). Da giovedì a domenica Veronafiere sarà la capitale mondiale dell’agricoltura, all’insegna della sostenibilità, dell’innovazione e della trasversalità. Elementi che incoronano Fieragricola fra le principali manifestazioni internazionali del comparto primario.

PROGRAMMA - Ampio sia il panorama delle offerte, che tocca tutti i comparti (meccanica, zootecnia, energie rinnovabili, servizi, ecc.), sia il calendario degli appuntamenti con decine di convegni, seminari e focus di approfondimento. Tra questi vanno ricordati quelli proposti da Veneto Agricoltura che si annunciano di grande interesse considerate le tematiche affrontate.

Si parte giovedì 6 febbraio (ore 10,00) con la presentazione del progetto Alterenergy sulla sostenibilità energetica e si proseguirà con l’illustrazione dei progetti BIONET e Autoconservazione riguardanti la conservazione della biodiversità (ore 11,30) e con il progetto europeo Intelligent European Energy GR3 per ricavare energia pulita dall’erba. Venerdì 7 febbraio si parlerà di innovazione e reti di impresa (ore 10,00) e di antidiabrotica (ore 14.00). Sabato 8 febbraio sono in programma due focus sulla difesa integrata obbligatoria (ore 10.00 e 15,30) e un altro sulle attività di Veneto Agricoltura per la gestione delle micotossine (ore 11,30). Infine, alle ore 14,00 è in programma il seminario “Mais: la copertura del fondo mutualistico tutela il reddito più del geodisinfestante (e fa bene alla salute!)”. La Regione e Veneto Agricoltura, con Avepa e Arpav, saranno presenti con i propri esperti al Padiglione 2-B6 dove è previsto un servizio informativo di front office per la fornitura di risposte agli agricoltori alle prese con l’avvio della nuova PAC e il prossimo PSR 2014-2020.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, aprono i padiglioni di Fieragricola: la Politica agricola europea passa per Veronafiere

VeronaSera è in caricamento