Economia Sant'Ambrogio di Valpolicella / Via Chiesa

Aiuti in agricoltura, alle aziende veronesi versati 101 milioni di euro

Connclusa la liquidazione delle richieste per il 2012: in tutta la regione stanziati 393 milioni. E sono pronti oltre 20 milioni per anticipare alle imprese agricole parte del Premio Unico 2013

Pronti in Veneto oltre 20 milioni di euro per anticipare alle imprese agricole parte del cosiddetto Premio Unico 2013. E’ l’effetto del protocollo d’intesa siglato tra Avepa, l’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura, e le principali banche operanti nel territorio regionale. Gli agricoltori interessati hanno ancora tempo fino al 31 luglio per a presentare la richiesta di finanziamento direttamente a una o più banche aderenti al protocollo d’intesa, mentre per informazioni e documentazione possono rivolgersi agli Sportelli unici agricolo di Avepa o al Centro di assistenza agricola, Caa, nel quale hanno presentato la Domanda unica 2013.

Al 30 giugno scorso, scadenza prevista dalla regolamentazione comunitaria, si è nel frattempo conclusa la liquidazione del saldo degli aiuti richiesti con la Domanda unica 2012, che hanno raggiunto un importo complessivo di quasi 393 milioni di euro. A Verona sono arrivati 101 milioni e 258mila euro, a fronte di 10mila e 444 domande. Una cifra iperbolica, considerando che le richieste erano inferiori più del doppio rispetto a quelle di Padova (29mila 794 domande), Treviso (19.257), Venezia (13.656) e Vicenza (11.028). “E’ un ottimo risultato, per entità e tempistica – ha commentato l’assessore all’Agricoltura Franco Manzato - ottenuto grazie al notevole impegno profuso da tutte le strutture che intervengono nel processo di liquidazione, che ha riguardato 91mila e 922 domande, con la completa liquidazione dell’importo richiesto in quasi tutte le province in oltre il 99% dei casi”.

Una minima percentuale ha avuto pagamenti parziali in applicazione di riduzioni e sanzioni per mancato rispetto dei requisiti di accesso agli aiuti. Le imprese interessate, in ogni caso, possono presentare entro il 30 agosto prossimo una richiesta di revisione istruttoria per risolvere, se possibile, le situazioni che hanno impedito la liquidazione totale, che  si dovrà comunque concludere entro il 15 ottobre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aiuti in agricoltura, alle aziende veronesi versati 101 milioni di euro

VeronaSera è in caricamento