Bonus vacanze da «450milioni di euro», mentre in Veneto è polemica sugli influencer

Bonus vacanze, il ministro Franceschini esulta: «Già spesi da 140mila famiglie in oltre 10mila strutture», mentre a Verona parte la polemica: «Sulla promozione turistica la Regione Veneto ferma agli annunci, gli influencer pronti per Natale?», chiede la dem Elisa La Paglia

Casa di Giulietta Verona - 2 agosto 2020

«Superato il milione di bonus vacanze erogati e continuano ad aumentare le strutture ricettive che aderiscono a questa importante iniziativa che supporta il turismo e la spesa delle famiglie a reddito medio basso». Così commenta i dati relativi al cosiddetto "bonus vacanze" il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini. «I numeri sono in crescita, - ha proseguito il ministro Franceschini - dopo solo un mese dall’entrata in vigore sono più di un milione i bonus vacanze ottenuti attraverso l’app IO per un valore economico pari a 450 milioni di euro. Al momento sono oltre 140mila le famiglie che hanno già speso i bonus in circa 10mila strutture, immettendo così nel settore turistico oltre 60 milioni di euro. Un modo efficace per sostenere le imprese turistiche e le famiglie italiane. Ma anche in vacanza occorrono prudenza e rispetto delle regole».

Nel frattempo però in Veneto, e in particolar modo a Verona, non mancano i malumori circa il piano di rilancio del turismo previsto invece dalla Regione, annunciato in pompa magna lo scorso 13 giugno proprio dall'Ass. regionale al Turismo Federico Caner: «Il più grande piano di storytelling internazionale», così veniva descritta la campagna di promozione da realizzare per la modica cifra di 2,3 milioni di euro. Al centro del piano vi dovrebbe essere il coinvolgimento di numerosi influencer per promuovere le località turistiche del Veneto sui social.

La consigliera comunale Pd a palazzo Barbieri, nonché candidata alle prossime elezioni regionali, Elisa La Paglia, tuttavia, manifesta scetticismo: «Rischia di finire in una grande bolla di sapone la campagna mediatica di "influencer markenting" per il rilancio del turismo veneto in Italia e nel mondo», dichiara Elisa La Paglia che poi aggiunge: «In campo turistico la Regione veneto ha finora vissuto di rendita, grazie alla notorietà nel mondo di Venezia, Verona e delle Dolomiti. Tranne alcuni territori, come ad esempio il Lago di Garda, capaci di organizzare la propria promozione, per la parte di competenza regionale è il deserto del marketing turistico e quello che c’è, il progetto "The land of Venice", non è vantaggioso per la nostra provincia».

La consigliera Pd La Paglia sottolinea quindi come si sia oramai giunti ad agosto, vale a dire «il mese di picco delle presenze nella nostra regione negli anni non Covid (il 20% rispetto all'intero anno, il 54% considerando anche giugno e luglio), ma nulla è ancora stato fatto, nonostante l’impegno ad avviare già da luglio la campagna pubblicitaria con gli influencer». È la stessa La Paglia a rivelare poi quale sia lo stato dell'arte in relazione proprio al Comune di Verona: «La risposta del Comune di Verona, come capofila della OGD (Organizzazione di Gestione della Destinazione che raggruppa circa 30 Comuni e molti soggetti pubblici e privati), alla richiesta di collaborazione della regione è stata emblematica, - spiega sempre La Paglia - con molta cortesia fa notare la necessità di "mezzi e risorse professionali a sostegno della ODG"».

Così si esprime infatti in una comunicazione istituzionale l'assessore alla Cultura e Turismo Francesca Briani che scrive: «Riceviamo quali capofila della OGD richieste di operatività dalla Regione che riusciamo a riscontrare come Comune per quanto attiene alle iniziative di nostra competenza. Mi auguro che si possa contare, come OGD Verona, su una più ampia accessibilità a mezzi e risorse professionali». Dinanzi a tale scenario, caustico il commento finale dell'esponente dem Elisa La Paglia: «Il piano di rilancio annunciato è in grave ritardo per sostenere la stagione estiva rispetto alla terribile situazione che il turismo e il commercio veronese e veneto stanno vivendo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento