Nuova diga del porto di Genova, la progettazione alla veronese Technital

Il progetto avrà un costo di tredici milioni e mezzo di euro per un'opera dal valore di ottocento milioni di euro

(Foto GenovaToday)

Sarà veronese la progettazione della nuova diga foranea di Genova. L'appalto se l'è aggiudicato la ditta Technital che guidava un raggruppamento di imprese formato da Epf Elettrotecnica, Modimar, Studio Ballerini ingegneri associati, Alberto Albert, Hr Wallingford, Dimms Control e Sener Ingenieria Y Sistemas. La progettazione avrà un costo di tredici milioni e mezzo di euro per un'opera dal valore di ottocento milioni di euro.

L'annuncio è stato dato da Invitalia ieri, 12 aprile, giorno in cui sono state aperte le buste contenenti le offerte economiche presentata da sette raggruppamenti di imprese, composti da studi di progettazione, società di ingegneria e partner tecnici qualificati, sia italiani che esteri. Invitalia è l'agenzia nazionale per lo sviluppo d'impresa e in questa gara, bandita lo scorso novembre, ha avuto il ruolo di centrale di committenza in collaborazione con l'Autorità di sistema portuale del Mar Ligure occidentale.

Rispetto a quella attuale, la nuova diga sarà più al largo e questo permetterà anche a navi più grandi di entrare nel porto di Genova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend da 4 all'8 dicembre 2020

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento