Coca-Cola investe oltre 100 milioni di euro nello stabilimento di Nogara: tante le novità

L'indotto dello stabilimento Coca-Cola più grande d'Europa per capacità produttiva, porta nella regione oltre 111 milioni di euro di risorse e quasi 2.500 posti di lavoro

Taglio del nastro per la giornata di celebrazioni a Nogara

Coca-Cola HBC Italia, principale imbottigliatore dei prodotti a marchio The Coca-Cola Company sul territorio nazionale, ha inaugurato oggi la seconda linea di produzione asettica - per l’imbottigliamento di tè freddi, bevande isotoniche e vegetali - dello stabilimento di Nogara, il più grande d'Europa per capacità produttiva. L'investimento è solo l'ultimo di un piano industriale da oltre 100 milioni di euro destinati alla fabbrica negli ultimi dieci anni che l'hanno resa un polo industriale all'avanguardia anche in termini di sostenibilità.

Il taglio del nastro è stato anche l’occasione per raccontare l'impatto economico ed occupazionale di Coca-Cola nella regione, emerso da una ricerca realizzata quest'anno da SDA Bocconi School of Management: sono oltre 111 milioni di euro le risorse che l'azienda ha distribuito localmente nel 2018 con quasi 2.500 persone che dipendono parzialmente o totalmente dai redditi di lavoro generati da Coca-Cola.

La giornata di celebrazione, a cui hanno partecipato i dipendenti e le loro famiglie, si è aperta con gli interventi di Zoran Bogdanovic - CEO di Coca-Cola HBC, Vitaliy Novikov - Amministratore Delegato di Coca-Cola HBC Italia e Alex Zigliara - Direttore Generale di Coca-Cola Italia e ha visto la presenza di rappresentanti dell’industria italiana quali Michele Bauli - Presidente di Confindustria Verona e Licia Mattioli - Vice Presidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria nonché esponenti delle istituzioni locali quali Elisa De Berti - Assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti della Regione Veneto e Flavio Massimo Pasini, Sindaco di Nogara.

«L'Italia è uno dei nostri mercati più grandi, in cui ci sono ancora molte occasioni di crescita da cogliere. - dichiara Zoran Bogdanovic, CEO di Coca-Cola HBC - L'eccellenza tutta italiana di Nogara ricopre un ruolo centrale nella nostra strategia di 24/7 Total Beverage Partner, ovvero un'azienda in grado di offrire ai consumatori prodotti adatti ad ogni momento della giornata, dalla colazione al dopocena».

«Lo stabilimento veronese è da più di 40 anni una parte integrante della storia italiana di Coca-Cola." dichiara Vitaliy Novikov, General Manager di Coca-Cola HBC Italia “La nostra azienda è presente con siti produttivi anche in Abruzzo, Campania e Basilicata: se aggiungiamo ai 100 milioni di euro investiti a Nogara, anche quelli destinati alle altre fabbriche, superiamo i 200 milioni investiti».

Lo stabilimento di Nogara è anche un fiore all'occhialo in termini di sostenibilità grazie agli investimenti ricevuti negli anni. Grazie ad un moderno impianto di cogenerazione utilizza energia elettrica proveniente da un impianto di cogenerazione in grado di produrre elettricità, calore e acqua refrigerata, in quantità tale da renderlo potenzialmente autosufficiente. Inoltre, utilizza pannelli fotovoltaici che permettono una riduzione di 300 tonnellate di CO2 l’anno e, rispetto al passato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

Torna su
VeronaSera è in caricamento